Acquista su Amazon

Sono gli Stati Uniti la patria degli hard-rockers Barracuda, monicker sotto il quale si nasconde una creatura dedita a sonorità a metà tra tipico hard melodico e hair metal a stelle e strisce, la quale ha visto il proprio periodo di maggiore splendore alla fine degli anni ottanta, con il rilascio sul mercato del debut cd "Open Fire".
Ora, a distanza di ben diciassette anni, la band ritorna con il nuovo lavoro "Unacceptable Practices", un cd composto da nove brani (più due brani live provenienti dal 1991) ben eseguiti e dai positivi spunti sonori, ben divisi tra momenti di classico stampo rock ed episodi maggiormente melodici. Tale unione rende interessante ed indubbiamente riuscito un lavoro denso di riffs d'annata e linee vocali di classico stile, in questo caso staccatosi quasi del tutto dalle vecchie influenze hair metal per dare spazio ad un approccio maggiormente melodico. Tutto quanto sin qui enunciato viene valorizzato al meglio da una produzione attenta e di buon livello qualitativo, altro fattore determinante nella riuscita della musica dei Barracuda.
Stilisticamente parlando ci troviamo di fronte ad una proposta che può essere in parte vista come una versione americanizzata del sound già assaporato nei Savannah (con un tocco di Enuff Z'Nuff), riferimento reso ancora più evidente grazie alla stucchevole impostazione vocale del frontman Patrick Pulver, il cui timbro canoro ricorda quasi una via di mezzo tra quello del singer dei già citati Savannah Earle Lord e del mitico Kevin Chalfant, il tutto unito ad un'impostazione di base chiaramente più rock 'n' roll. La capacità espressiva di Pulver risulta quindi uno dei punti più caratteristici del gruppo d'oltreoceano, bravo nel donare agli ascoltatori composizioni piacevoli e facilmente assimilabili, rese ancora più appetibili grazie alla presenza di alcuni guest d'eccezione quali Chip Z'Nuff (Enuff Z'Nuff) e Randi Scott (Soul Shock Remedy).
Aperto dal godibile incedere tastieristico di "Keep It Warm", ben bissata dalle solide chitarre della successiva "Easy Come Easy Go", l'album entra nel vivo grazie alle ottime melodie della convincente "Back In Your Arms", contraddistinta da un tiro sonoro indubbiamente positivo. E se alla sognante "Forever" tocca il ruolo di attesa ballad del cd, è grazie al duo "Fallin"/"In And Out Of The Fire" (registrate live nel 1991) che il gruppo riporta chiaramente in auge i propri albori musicali, unendo passato e presente in un solo e riuscito dischetto.
La sensazione finale è quella di essere di fronte ad un'uscita che merita senza dubbio l'attenzione dei tanti rockers sparsi per il globo, i quali potranno ritrovare in "Unacceptable Practices" più di uno spunto di proprio gradimento. Da ascoltare, soprattutto per gli amanti del sound made in USA.


Un altro battito d'ali del vivo hard melodico americano.


TRACKLIST

01. Keep It Warm
02. Easy Come Easy Go
03. Back In Your Arms
04. Just A Man
05. Flyin' With My Angel
06. Give A Little Love
07. Forever
08. Superhero (Acoustic Version)
09. Fallin (Live 1991)
10. In And Out Of The Fire (Live 1991)
11. Brother

DISCOGRAPHY

Open Fire 1989
Unacceptable Practices 2006


VOTO 76   GUIDA AL GIUDIZIO


BARRACUDA
UNACCEPTABLE PRACTICES -
[genere] Melodic Hard-rock
[label] Highdef Records
[anno] 2006

RECENSITO IL 30/11/2006

RECENSORE Pierpaolo Monti  e-mail

LINE UP

Patrick Pulver Vocals & Acoustic GUitar
Sean Colligan Guitar
Denise Weber Guitar
Anthony Mazza Guitar & Keyboards
Sean Householder Keyboards
Cleon Wells Keyboards
Chip Z'Nuff Bass
Mike Horval Bass
Vince Ochwal Drums
Randi Scott Drums

CONTATTI

Sito ufficiale 
Voto dei lettori: 0

Voto (0-100)

Commenti (0)

Nome
E-mail (Non sar visualizzata online)
Homepage
Titolo
Commento
;-) :-) :-D :-( :-o :-O B-) :oops: :-[] :-P