You are here: /

1476: Our Season Draws Near

data

02/04/2017
88


Genere: Rock
Etichetta: Prophecy Productions
Distro:
Anno: 2017

Non sono un tipo ferrato con i numeri. Li scambio tra essi, e se c'è qualche lettera in mezzo la confusione aumenta. Ma se c'è un'annata che mi rimarrà sempre impressa nella mente e nel cuore è solo grazie a questa fantastica band. 1476. Che non sono i grevi satanassi 1349. Vedete, faccio già progressi. È l'effetto salvifico, energizzante, fortificante del nuovo album del duo del Massachussets. La primavera si fa sotto solo sul calendario, mentre è sempre inverno per certe persone schive, contemplative e poco propense  alla socializzazione. È a loro che 'Our Season Draws Near' si rivolge. È un richiamo sin dal titolo e dalla copertina. Chiama a raccolta certe anime in pena che troveranno in quest'occasione la ragione per sopravvivere un altro anno, per rimaner attaccati alla vita almeno fino al prossimo inverno. Si crea subito un'empatia straordinaria con queste magiche canzoni, che sanno di salsedine e di oceano, riportando alla luce tenue, timida e fredda un numero impressionante di generi musicali. In passato i 1476 avevano già stupito gli addetti ai lavori (e la Prophecy ovviamente non poteva ignorarli), tramite uscite che andavano dal neofolk al metal, da strutture post punk al post rock e all'ambient cimiteriale. Stavolta, invece, siamo a un livello ancora superiore, è una fioritura emozionale che vi farà consumare un patrimonio in fazzolettini di carta perché le lacrime sgorgano copiose e non si riesce a riprendere possesso della propria esistenza se non dopo ore e ore di ascolti in cui avrete lasciato l'anima prosciugata da ogni sentimento. Potremmo parlare della struttura circolare dell'album che è evidente sin dai titoli delle canzoni, potremmo aspettare di trovare punti di riferimento che siano validi per più di una canzone o sezione di disco, ma non ci si riesce facilmente. Quelli che sono arrivati ai 1476 dal metal parleranno di riferimenti ai Lantlos, o ai Ghost Brigade, e di fatti qualcosa di più spinto c'è, tuttavia sarebbe profondamente errato fermarsi a questo perché ti attanagliano il cuore come se gli ultimi Ulver e Anathema, The Smiths, Pink Floyd da 'The Wall' in poi e The Cure si riunissero tutti insieme in quel faro che vedete in copertina per segnarti per sempre la vita. E chi di noi non è stato toccato nel profondo da almeno uno di questi nomi, rielaborati qui dentro con immensa perizia? L'indifferenza non è contemplata davanti ad un siffatto monumentale inno all'inverno e alla solitudine. Semplicemente sconvolgente.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Antimatter 1

ANTIMATTER
Wishlist - Roma

Venerdi sera 6 ottobre, all’improvviso si abbatte su Roma un diluvio; guidando con cautela tra le pozze create dalla mole d’acqua venuta giù, mi accorgo che nel mentre stavo ascoltando un brano degli Harakiri For The Sky che si chiama “Callin...

Nov 14 2017

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web