You are here: /

CIRITH GORGOR: Firestorm Apocalypse (reissue)

data

13/11/2012
79


Genere: Black Metal
Etichetta: Ketzer Records
Distro:
Anno: 2004 - 2012

Per i blacksters i Cirith Gorgor non hanno bisogno di presentazioni, essendo i principi del black metal olandese classico. La qualità delle loro uscite non è proprio altissima, ma se dovessimo cercare di posizionare il gruppo in una ipotetica scala, sarebbero giusto dietro la schiera dei grandi del genere. Seconda fascia, dunque, anche perchè l'originalità non è certo il forte della band, benchè non si possa parlare di sound del tutto derivativo, visto che una certa voglia di essere particolari c'è stata. Trattiamo in questa sede del lavoro forse più risucito dei Cirith Gorgor, al confine tra le suggestioni più grezze dei primi lavori di fine anni Novanta e quelli ormai standard di un paio d'anni fa. La ristampa in questione fotografa un gruppo di abili musicisti alle prese con un sound assolutamente crudo e dall'attitudine totalmente raw. Per alcuni anacronistico già nel 2004, ma per altri questo modo di apparire e di suonare è il solo modo per dimostrare devozione alla fiamma nera. Che in 'Firestorm Apocalypse' brucia più forte che mai: senza colpi di genio alcuno, ma con diverse idee molto buone, i CG confezionano cinquanta minuti abbondanti di affilati inni alle tenebre. Un po' eccessiva la durata, se rapportata alla qualità totale, ma è anche vero che con due pezzi che superano i dieci minuti e altri sui sette o gli otto, non ci si può aspettare un fulmineo attacco. I connotati sono tipicamente svedesi, lo si nota dalla violenza senza controllo dei blast beats e dalle melodie malsane e infernali. Marduk da un lato, Dissection dall'altro: uno scontro senza vincitori, non siamo congelati come nell'ascoltare 'Storm Of The Light's Bane' o 'Opus Nocturne', ma gli olandesi ci sanno fare e si sente. Il motivo della ristampa è una registrazione migliore di questi brani dell'album del 2004, ma anche un secondo cd, soprattutto questo secondo cd, che rende decisamente appetibile il prodotto. Un inedito, una manciata di pezzi dagli ultimi album con nuove parti vocali, delle versioni demo senza infamia e senza lode, un ultimo vecchio brano di dieci anni ("Infinite Decimation") fa che mette in risalto i miglioramenti nel corso del tempo. Il paragone spontaneo è da farsi con "The Gates Of Hell", per studiare a fondo le caratteristiche dei Cirith Gorgor. Insomma, tanta, forse troppa carne al fuoco (attenzione a segmenti riempitivi qui e lì), ma riedizione molto ben curata dal punto di vista sia grafico che contenutistico.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Aristosez

THE ARISTOCRATS
CrossRoads Live Club - Roma

Se il vostro sogno è vedere un concerto senza ritrovarvi circondati di gente che canta a squarciagola o continuamente con il cellulare in mano a far foto e video con il flash, allora un concerto degli The Aristocrats è il vostro show ideale. Difatti, ...

Mar 21 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web