You are here: /

DIVINE ELEMENT: Thaurachs Of Borsu

641290

data

10/05/2017
77


Genere: Epic Extreme Metal
Etichetta: I, Voidhanger Records
Distro:
Anno: 2017

Ayloss è un elemento semi-divino. Eccelle nel black metal (Spectral Lore), se la cava con il rumore (Tome of the Unreplenished) e ora riprende il suo primo gruppo per far uscire un nuovo album. Se paragonati ai gruppi appena citati, i Divine Element sono di una semplicità sconvolgente, sono quasi pop. Nel catalogo di I, Voidhanger sono probabilmente tra le cose più easy listening mai pubblicate (con qualcosa di Locust Leaves e The Loom Of Time forse). 'Thaurachs of Borsu' è un buon passo in avanti rispetto all'omonimo esordio del 2010 (scaricatelo gratis nella pagina Bandcamp qui a lato, suvvia!): è più estremo e arcigno nel riffing, ha dei suoi più cattivi e soprattutto un certo Hannes Grossman alla batteria. È metallo epico e tonante nella sua accezione moderna, tra il folk e il melodeath alla Amon Amarth, che prende la melodia tradizionale greca di Rotting Christ e Necromantia e la innesta su ritmi potentissimi e sempre pronti ad essere stravolti, come poi effettivamente avviene, da cambi di ritmo sempre finalizzati ad esaltare il senso battagliero dell'ascoltatore, come facevano i Suidakra nei loro migliori album all'incirca una decina di anni fa. Il lato negativo consiste nelle tre tracce interlocutorie che annacquano un po' l'operato dei Divine Element, soprattutto alla luce di sole cinque tracce effettive, che però sono abbastanza lunghe da costituire un album completo e soprattutto vero, lontano da mega produzioni spettacolaristiche ed effetti troppo esagerati. 'Thaurachs of Borsu' è anche e soprattutto una storia originale, opera di Ayloss, che verrà pubblicata a breve. Ve lo dicevo che era un artista completo. La guerra chiama, il metal risponde: un tripudio di lame, sangue e armature.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Fbyc sez

FINE BEFORE YOU CAME
Monk Club - Roma

La curiosità mi spinge ad andare a vedere band delle quali non ho mai ascoltato nulla, ma il nome oppure l’aver sentito parlare bene di loro da amici mi intriga a tal punto da non perdere occasione per fiondarmi. Il 21 aprile scorso è stato il cas...

May 23 2017

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web