You are here: /

FAKE IDOLS: Witness

data

23/09/2016
80


Genere: Metal, Hard Rock
Etichetta: Scarlet Records
Distro:
Anno: 2016

Ci eravamo lasciati due anni fa con i Fake Idols, eredi di alcune indimenticate entità del metal italiano (Slowmotion Apocalypse, Raintime e Jar of Bones), i quali col loro omonimo disco di esordio hanno lasciato un segno molto forte nel 2014. Potenza e orecchiabilità andavano a braccetto, disegnando un nuovo quadro rispetto ai gruppi citati poc'anzi e rendendosi estremamente accattivanti in ogni nota suonata. Si continua su quella falsariga in 'Witness'. La copertina semplicissima (forse pure troppo) è il simbolo di chi le cose le spiattella in faccia: si alternano riffoni metal ("Mad Fall", con ospitata di Phil Campbell), eppure tutti all'insegna della costruzione delle canzoni, in cui spiccano quasi sempre le linee vocali e i ritornelli di Claudio Coassin, che utilizza in modo parzialmente diverso la sua voce, più pulita rispetto al passato. Al contrario musicalmente si nota un certo indurimento dei suoni in alcuni pezzi, su tutti "Out Of Gear", "Sail" e la scatenata "Could You Bid Me Farewell", che travolgono come non mai, ma non si fanno cantare al primo ascolto. Caratteristica presente anche nella massiccia "I'm Fake", dotata di un ritornello immediato. Improntata alla melodia è "The City Is Burning" in cui appare Damna degli Elvenking e soprattutto degli Hell in The Club, con cui i Fake Idols hanno qualche affinità. Sarà banale dirlo, però si nota subito un tono generale più maturo, forse è finito il tempo delle varie "The Prankster" o "Push Me Down". La stessa produzione è migliorata, diventando più naturale e espressiva. La battaglia delle cover è vinta dalla precedente "My Favourite Game" dei Cardigans, quella inserita in 'Witness', ossia "Go" dei Chemical Brothers segna uno stacco qualitativo troppo netto rispetto ai brani che la circondano, che sia totalmente "fakeidolizzata" non ci piove. Munitevi di elmetto, ci aspetta un autunno pieno di bombette mica male se consideriamo che sono in uscita pure Temperance e Destrage.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ulver sez

ULVER
Santeria Social Club - Milano

I lupi più pregiati della musica norvegese, gli Ulver, hanno deciso quest’anno di tirare fuori l’ennesimo gioiello della loro densa e molto eterogenea discografia, pescando a pieno titolo nella migliore essenza della new wave ottantiana, e facendol...

Dec 16 2017

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web