You are here: /

FIAKRA: Invasion

data

14/09/2012
75


Genere: Heavy Metal
Etichetta: Pure Underground Records
Distro:
Anno: 2012

"Cambiamo nome, spacciamolo per un debutto e lasciamoci alle spalle quanto fatto come Hexen": questi pressappoco i pensieri che saranno balenati nelle teste degli attuali Fiakra, tanto orrendo era stato il precedente album 'Dark Crucible', da far concorrenza alle più scalcinate black metal band per come era dilettante e brutto in ogni solco. Hanno fatto benissimo, se il risultato è questo 'Invasion'. Ci voleva un cambio di monicker, una catarsi rigenerante che - complice l'entrata nella formazione di un tastierista - stupisce ed esalta. Sì, perchè colpisce l'attitudine quasi parodistica con cui i Nostri si lasciano immortalare nelle foto promozionali, ma ancora di più sapere che degli Hexen non è rimasto assolutamente nulla. Non solo, invece di concentrarsi su una band da imitare, si è scelto un profilo più basso, una gita al discount del metal classico dove prendere questo e quello, senza fare trasparire evidenti scopiazzature. C'è addirittura qualche parte in cui cercano di imprimere un certo trademark (come i riff in progressione ascendente, presenti in diverse tracce, per rendere il tutto più epico). Certo è che l'urlaccio iniziale alla "Ram It Down" (Judas Priest) entra nelle ossa e la traccia è scatenata e grezza, quasi una versione power dei Venom. La varietà contraddistingue questo ascolto, mai troppo impegnativo, ma cacofonico a tratti a causa di una produzione (volutamente?) old school e delle varie voci di The Warlord che si sovrappongono. Si potrebbe pensare che le tastiere possano rendere più aggraziato 'Invasion', ma ciò accade di rado, ed è un'arma a doppio taglio: se notiamo e ci compiaciamo nell'ascoltare finalmente un heavy metal bello rozzo contornato da atmosfere significative, è anche vero che la tecnica di Six Nails non è granchè e si limita al compitino essenziale e scolastico (finendo per rovinare "Iron Hooves"). Pochi i pezzi standard come "Give Me Metal", "Or Give Me Death", ancor meno gli orrori dell'accozzaglia di riff "Time Is My Enemy", i Fiakra resuscitano i Mercyful Fate, soprattutto nel cantato rivive un ibrido tra King Diamond e un qualsiasi screamer di scuola teutonica, ma anche in diversi assoli accompagnati da tracotanti ritmiche di batteria. Non paghi di queste scariche di metallo incandescente, due chicche: una riuscita canzone acustica che sa di Jethro Tull di quarant'anni fa ("Suppressing The Rage") e uno sghembo e ciondolante blues metal dal nome di "Raging Inferno" (dal nome fuorviante, lo sappiamo).

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Morbid

MORBID FEST
Orion - Ciampino (Roma)

21 aprile 2022 - Con l'arrivo della bella stagione ci prepariamo a scegliere i festival i quali ci terranno compagnia durante l'estate; un ottimo assaggio è stato il Morbid Fest, una kermesse itinerante che ha portato sul palco ben otto band delle qual...

May 14 2022

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web