You are here: /

FLOTSAM AND JETSAM: UGLY NOISE

data

18/02/2013
57


Genere: Thrash metal
Etichetta: Pledge Music
Distro:
Anno: 2012

Il fatto che i Flotsam and Jetsam siano stati la band dove ha militato Jason Newsted prima di entrare nei Metallica, probabilmente verrà ricordato fino alla notte dei tempi. Troppo importante la figura del bassista ex anche dei Voivod che nei primi due album ha scritto la maggior parte dei pezzi, pur suonando solo sul primo, lasciando un'impronta che non verrà mai più ricreata dai suoi ex compagni. Questo non perchè non siano buoni songwriter, ma semplicemente perchè Eric A.k. e soci non hanno più voluto scrivere pezzi di thrash metal, pur buoni, allontanandosi progressivamente da quel tipo di musica e ritornandoci solo di rado con risultati altalenanti. E questo nuovo 'Ugly Noise' non fa eccezzione, si riparte da quell'atmosfera oscura che pervadeva il precedente valido 'The Cold' con la title track, introdotta da un giro di piano dal quale emerge poi l'episodio più riuscito del cd, appunto oscuro ed inquietante, con la solita sentita ed inappuntabile interpretazione di Mr.Knutson, uno dei migliori singer metal degli ultimi venticinque anni. Da lì in poi, però, la sua classe serve a poco, faticando a far emergere dal piattume di una produzione fin troppo "morbida" pezzi breve ed inconsistenti come la successiva "Gitty Up" o "Carry On", od anche "Rabbit's Fool", ed a poco serve il ritorno di Michael Gilbert a riformare la coppia di asce che ha sfornato i capolavori di inizio carriera. Sembra quasi che i due si limitino al compitino, pur impeccabile, ma formale come un comunicato stampa del governo (puah!). Addirittura si tenta un esperimento simil-electro in "Motherfuckery", cosa che se fatta bene avrebbe potuto dare anche una sferzata nel sound dei Flots, ed invece risulta inconsistente come è capitato ai putroppo morti e sepolti Queensryche, e poco riescono a fare episodi più riusciti come "Rage", dai riff convincenti, e "Play Your Part", altro highlight di un album con più ombre che luci. C'è da segnalare che l'album esce con il sistema Pledge Music, in parole povere i fan finanziano l'uscita del disco, in cambio ricevono esclusive sulla realizzazione, download e vari gadget tutti messi a disposizione prima dell'uscita ufficiale, e questa è una cosa positiva che permette alla band di risparmiare, migliorando i ricavi ed ai fan di legarsi ancora di più ai propri beniamini. Resta il fatto che il continuo saliscendi che la band ha intrapreso da decenni non accenna a diminuire, ed è l'ennesima occasione persa perchè le potenzialità ci sono sempre state, ma crediamo che oramai il treno sia passato!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Appunti01

EDITORS
Atlantico - Roma

Fino a metà carriera gli Editors ci avevano abituato ad essere definiti i figli minori dei Joy Division grazie alle sonorità mutuate dalla band di Ian Curtis, dalle quali, già dal 2009 dopo l'uscita di "In This Light and on This Evening&...

Feb 19 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web