You are here: /

GARDENJIA: EPO

data

06/01/2013
75


Genere: Thrash Crossover Djent
Etichetta: Unsigned
Distro:
Anno: 2012

Quando si ha a che fare con gruppi cosiddetti djent, il timore che si presenti l'ennesimo clone dei Meshuggah con annesso polpettone di riff ripetuti all'infinito, su una base eternamente in controtempo, é forte, ma i Gardenjia provano almeno a personalizzare la loro proposta, come già avevano fatto nell'Ep 'Ievads', debutto discografico uscito lo scorso anno. Così dopo la botta iniziale "Ante Rem", nei brani successivi i nostri stemperano la sensazione di soffocamento data da cotanto assalto sonoro con assoli di ottima fattura e break vocali ad ampio respiro, a volte più presenti come in "In Blue", scelto anche come singolo, altre di meno come in "Shapes Of Greys", ma la voglia di crearsi un sottofondo ambient costante, fà sì che i Gardenjia non rimangano impigliati nella rete creata da Tomas Haake & C., anche perchè la scelta di rifare pezzi di gruppi che col metal c'entrano come i politici con l'onestà, vedasi la cover di "Black Celebration" dei Depeche Mode fatta uscire sempre in formato digitale una settimana dopo 'Epo', dà l'idea dell'apertura mentale usata dai brindisini per creare la loro musica; cosa che salta all'orecchio quando si arriva all'highlight dell'album, ovvero "In Dusk", dove addirittura compare il sax! Una cosa va detta, la voce, ad opera del main man Raffaele Galasso, il quale si occupa anche di tutte le parti di chitarra solista, resta il punto debole del gruppo quando si muove su territori aggressivi, risultando forzata e poco incisiva, meglio quando si trasforma nell'alter ego tranquilla, da fusion quasi, ma c'è da lavorarci sopra. Invece quello che convince é l'ottima resa sonora, che anche se grazie a programmi di uso comune é facile da ottenere, non é così semplice riuscire ad attuarla nella misura giusta, ma il buon Raffaele ha fatto un'ottimo lavoro sia in fase di produzione, sia di masterizzazione e mixing, dando un suono freddo e glaciale, ma anche terribilmente potente. Disco con grandi potenzialità, adesso si faccia avanti un'etichetta volenterosa!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Shoresnull

SHORES OF NULL
Traffic - Roma

‌In tempi di covid ritrovarsi ad un concerto metal in un club pieno per i 4/5 della capienza è una straripante vittoria. Il merito è tutto delle due band romane che hanno condiviso il palco (chiedo venia agli Inno che non troveranno copertura in qu...

Dec 28 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web