You are here: /

LORD DYING: Poisoned Altars

data

26/02/2015
73


Genere: Sludge Metal
Etichetta: Relapse Records
Distro:
Anno: 2015

Ci sono gruppi che si fanno prendere da una certa agitazione, una volta approdati a etichette più o meno importanti. Non è facile gestire le varie aspettative di label, fan e musicisti stessi. La cosa più avvilente però è un'altra: lasciarsi consapevolmente ai margini del team, come il terzo portiere di riserva di una grossa squadra di calcio. I Lord Dying sono riusciti a evitare tutte queste criticità, prendendo innanzitutto confidenza impressionante col genere suonato, con la consapevolezza che fronteggiare alcuni compagni di label è decisamente arduo, ma soprattutto hanno fatto il loro. Lo sludge ora va di moda, inutile negarlo, stanno quasi iniziando a farcelo odiare così massificato, eppure 'Poisoned Altars' segue una sua logica di piccolo jolly, una specie di Giaccherini nella Juventus degli scorsi anni (ci si perdonino i richiami calcistici, per questa volta). Fare il loro significa in questo caso aggiungere alla miscela velenosa e corrosiva una dose di secco thrash metal, che rinveniamo sia in alcune ritmiche che nel suono delle chitarre e in alcuni bridge con chitarre intrecciate, dal sapore di quel thrash tecnico radicato negli USA anni Ottanta ma proiettato molto dopo. Di base, i Lord Dying sommano la ciccia dei riff dei Crowbar e qualcosa in misura minore degli High On Fire. Se tali gruppi sono a voi graditi, qui troverete una continuità che sa di ammirazione e devozione, ma non genuflessione, il che ci lascia sperare in un futuro ancora da scrivere. Produce Joel Grind dei Toxic Holocaust, che mette anche la sua bastardissima gola in un brano.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web