You are here: /

LOVE SEX MACHINE: LOVE SEX MACHINE

data

10/04/2012
55


Genere: Sludgecore
Etichetta: Throatruiner Records
Distro:
Anno: 2012

La copertina in un nichilista bianco e nero è puramente hardcore. Il nome del gruppo è da rock band classica e impregnata di blues, o al massimo di funk. I titoli delle canzoni sono degni della peggior (in senso buono) specie di grind dei bassifondi. Capite bene che il recensore comprensibilmente è un po' spaesato, per non dire che sulle prime non ci capisce una mazza. Lo sbigottimento aumenta quando il disco parte e si manifesta un suono che inizialmente fa raggomitolare la spina dorsale e srotolare l'intestino. Solo la casa discografica dovrebbe mettervi in allarme, ma se vi aspettate l'ennesimo gruppo hardcore siete fuori strada. Stavolta si fa ancora più sul serio: niente cavalcate, solo lentezza esasperata; melodia? nemmeno per scherzo, i Love Sex Machine ci ammorbano con una miscela di sludge e doom, con un'attitudine (post) hardcore e chitarre droppate che pesano tonnellate, talmente ribassate che si sortisce quasi lo stesso effetto di una centrifuga continua nei break dissonanti e atonali dei Meshuggah. Questo dischetto è eccessivo e ridondante, tanto che il consiglio è di ascoltarlo tutto d'un fiato, singoli frammenti non avrebbero senso, le tracce sono tutte simili e collegate tra esse con zanzarosi feedback. Tipica proposta da accettare in toto o respingere con ribrezzo, un po' come i mentori Electric Wizard, forma canzone nulla, emozioni plumbee. In questo caso però il feeling è poco, la monotonia prende presto il sopravvento (eppure per i primi due o tre ascolti il cd farà abbastanza bene il suo sporco lavoro), le già citate chitarre catacombali si fermano su riff troppo cupi tanto da sembrare tutti uguali, mentre si ravvivano e si riprende quota quando si lambisce lo stoner.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Festivalsez

DARK HORIZON OPEN AIR II
Museumpark Rudersdorf - Rudersdorf bei Berlin, Brandeburgo

A meno di due mesi dalla prima edizione gli organizzatori del Dark Horizon Open Air decidono di bissare l'evento. Inizialmente addirittura previsto per agosto, è stato poi posticipato per l'indisponibilità del luogo della prima edizione, in proc...

Oct 7 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web