You are here: /

NEURASTHENIA: Possessed By Your Omen

data

03/09/2012
62


Genere: Thrash Metal
Etichetta: Bologna Rock City
Distro: Self
Anno: 2012

Sinceramente facciamo fatica a comprendere l'utilità di uscite come questa. Non è tanto la compilation in sè, ma le modalità e i tempi d'uscita. Un cd che raccoglie quattro pezzi ciascuno dei primi due album - unici e risalenti a pochi anni fa - della band, una cover, un singolo e un pezzo da una compilation ormai introvabile. Questo è quanto. Utile sicuramente per riscoprire le origini di una band che nel frattempo è andata avanti e ha aggiunto tasselli importanti alla propria evoluzione musicale, ma non per un gruppo che - dopo soli due album - è ancora all'inizio e non puó accontentarsi di operazioni nostalgia del genere. Tra qualche anno sarebbe stata un'uscita provvidenziale per la band, ora no. Dei cambiamenti naturalmente ci sono stati, da 'Possessed' e 'Your Omen'. La produzione è molto più professionale e le canzoni -prima un po' goffe a livello ritmico- sono state rivitalizzate totalmente da un batterista molto fantasioso e di prima scelta. L'aspetto è facilmente riscontrabile se si confrontano i pezzi al setaccio. La voce è un riuscito ibrido che si colloca a metà tra la potenza di Chuck Billy e l'interpretazione alla James Hetfield, con puntate violente dalle parti dei Kreator e altre melodiche che ricordano i nostrani Idols Are Dead. Il thrash dei Neurasthenia è molto possente, mantiene le radici nell'old school ma non risulta datato, semmai si sente la mancanza di una chitarra ritmica che riesca a creare il muro dietro a diversi bei riff di scuola Testament che toccano anche il death svedese in alcuni punti. Il risultato è un alone di approssimatività, che peró non intacca la manciata di pezzi di assoluto valore, vari e coinvolgenti (ad esempio "Assassination" e "The Last Order Of God", diversissime ma entrambe killer) così come gli assoli, suonati da diversi ospiti (Simone Mularoni dei DGM e Andrea Mosconi dei Mourn in Silence le presenze più consistenti). La cover dei Kiss mette in risalto ancora il batterista che si diverte a stravolgere la struttura dell'originale sotto i suoi colpi assassini di doppia cassa. Thrash di sana e robusta costituzione, che non eccelle per limiti strutturali e lascia l'acquolina in bocca (solo quella, senza appagamento) per le prossime mosse della band, di cui aspettiamo il prossimo album per poter riscontrare novità e progressi necessari.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Festivalsez

DARK HORIZON OPEN AIR II
Museumpark Rudersdorf - Rudersdorf bei Berlin, Brandeburgo

A meno di due mesi dalla prima edizione gli organizzatori del Dark Horizon Open Air decidono di bissare l'evento. Inizialmente addirittura previsto per agosto, è stato poi posticipato per l'indisponibilità del luogo della prima edizione, in proc...

Oct 7 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web