You are here: /

PAGAN ALTAR: Judgement Of The Dead

data

14/10/2012
82


Genere: Doom Metal NWOBHM
Etichetta: Cruz Del Sur
Distro: Audioglobe
Anno: 1982-2012

La storia è sempre quella, si ripete per molti gruppi: primi passi pieni di buone/ottime speranze agli albori degli Eighties, una demo o un primo album da incorniciare, oblio ventennale, i bootleg si moltiplicano, si cerca infine di porre rimedio allo sciacallaggio con ristampe istituzionali. Questo è successo in sintesi ai Pagan Altar, ibrido estremamente interessante tra la NWOBHM e il doom sabbathiano, compagni di merende (metaforicamente parlando) di Angel Witch, Witchfinder General e Witchfynde. Il problema è che in questi casi non è che la ristampa te la fa la Warner o la Emi, ma qualche etichetta che stampa poche copie o le stampa in vinile. La conseguenza è che dopo qualche anno è necessaria la ristampa della ristampa e così via, in un circolo vizioso che alimenta l'aura mistica e sacrale attorno alla band in questione, ma fa schizzare i prezzi attorno ai trenta dollaroni per il cd e cinquanta per il vinile. Questa è la quotazione media dei primi album dei Pagan Altar, che girano sempre attorno alle stesse canzoni della demo del lontano 1982, che poi vede la luce (si fa per dire) sotto una minuscola etichetta nel 1998 con copertina e un titolo modificato, poi vinile tramite la lungimirante Black Widow e ora il cd, definitivo come se fosse uscito trent'anni fa. La copertina originale, quella che in 'Volume I' era "Acoustics" torna "Dance Of The Banshee", libretto con aneddoti sulla storia del disco: insomma, una vera e propria manna dal cielo (o dagli inferi, visto il sound dei Pagan Altar) se si dorme con i Cloven Hoof e i Pentagram in sottofondo. Certo, se avete (con tutta la nostra invidia) le edizioni precedenti, non resta che aspettare il nuovo disco della band in uscita nella primavera del 2013, pur sapendo che difficilmente le vibrazioni di 'Judgement Of The Dead' saranno ripetute. La produzione, scarna e per nulla plastificata, è viva come se fossimo nella sala studio dei Pagan Altar, con tutte le imperfezioni del caso che non fanno altro che impreziosire e rendere saporito l'ascolto. Calda e nasale, la voce di Terry Jones non sarà caratteristica o spiritata come quella di Ozzy, ma conferisce all'insieme un retrogusto blueseggiante che rimanda a gruppi hard rock come i Deep Purple. Dal punto di vista strumentale, una perfetta sintesi del metal che stava ponendo solide radici con le chitarre veloci degli Iron Maiden (quando si accelera si va dalle loro parti), dell'oscurità dei Black Sabbath e di un ritualismo opprimente ed esoterico, che rende assolutamente personali perle come "Reincarnation", o "The Black Mass". Non siamo ai livelli di importanza storica di Iron Maiden o Angel Witch, ma accanto a 'Death Penalty' dei Witchfinder General può sicuramente trovare sicuramente una buona collocazione.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Dhoa1

DARK HORIZON OPEN AIR 2020
Gartenfelder Strasse 28 - Spandau, Berlino

Il weekend partito il 10 luglio era stato pensato per il Castle Party di Bolkow (Polonia) che pareva avrebbe avuto luogo nonostante tutta la situazione relativa al coronavirus. Anche il Castle Party ha infine rimandato all'anno prossimo come cosi tanti altri fest...

Jul 22 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web