You are here: /

SAILLE: Gnosis

627886

data

16/03/2017
70


Genere: Symphonic Black Metal
Etichetta: Code666 Records
Distro:
Anno: 2017

Ultima chiamate per i Saille. Si è perdonato loro un esordio veramente scarso di contenuti, si sono nel frattempo succeduti diversi musicisti, altri album, di cui il penultimo ('Eldritch') con qualche speranza in più. Hanno dato sempre l'impressione di voler rimanere tranquillissimi nella loro zona di confort, tra ambientazioni horror molto generiche e black metal sinfonico troppo lineare. La seconda, la terza e ora la quarta possibilità è stata loro data in virtù della loro efficacia sulla singola canzone e sul volume relativamente basso dell'apparato extra-black, infatti i riff sono sempre stati ben in evidenza. Stavolta -oltre al cambio di bassista e chitarrista- la curiosità è dovuta al fatto che Dries Gaerdelen, tastierista e membro fondatore, si è defilato dal gruppo, almeno dal vivo. Ma per quello che conta in questa sede 'Gnosis' è un disco funziona bene e le tematiche che rimandano al libro di Thelema, Crowley, Prometeo, Milton e il Paradiso Perduto, giustificano in parte la dicitura "epic black metal" presente nei comunicati stampa. In realtà la componente sinfonica rimane sempre molto importante, mai protagonista o pacchiana, e in questo caso supportata ottimamente da un lavoro di chitarre più intenso e elaborato. Una canzone esplosiva e non ortodossa come "Thou, My Maker" non ha quasi nessun filamento che la lega ai vecchi Saille. Si è lavorato inoltre su una inedita capacità di sintesi che ha dato i suoi frutti soprattutto in primo e ultimo pezzo. I miglioramenti, insomma, sono sensibili ed è la prima volta che si riesce a toccare con mano un prodotto ascoltabile più volte dall'inizio alla fine, e poi con una buona dose di farina del proprio sacco. I punti di riferimento sono sempre i Limbonic Art più regolari e i Keep of Kalessin, solo in misura minore i Dimmu Borgir del periodo aureo poiché il mood generale è al contempo più sanguinario e aggressivo (anche la produzione è indicativa). Ero pronto a rispondere picche alla chiamata dei Saille, ma sono stato smentito dai fatti: una bella sorpresa.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Zu sez

ZU
Monk Club - Roma

Vero e proprio happening della nomenclatura capitolina caratterizzata dal suffisso “core” inteso come postcore, jazzcore, noisecore e chi più ne ha più ne metta. Gli amanti di queste sonorità ispide, graffianti, pesanti e cangianti no...

Jun 7 2017

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web