You are here: /

TEHOM: The Merciless Light

data

16/04/2017
70


Genere: Death Metal
Etichetta: Blood Harvest
Distro:
Anno: 2017

Seguitemi. Mi sono occupato poche settimane fa dei Trial, grandissima band heavy metal svedese, i cui due chitarristi fanno parte anche dei deathster Ensnared, nei quali ha cantato nell'EP del 2013 il cantante storico dei devastanti e kultissimi Bestial Mockery, ugola delicatissima che ritrovo qui in questo esordio dei Tehom col nickname -sempre molto aggraziato- di Master of the watery dephts. Respiro profondo di zolfo, per cortesia. Death metal all'ennesima potenza: ne escono fiumi e fiumi da qui dentro. Tehom per alcuni sarebbe l'equivalente biblico di Tiamat, ma poi gli studiosi hanno puntualizzato che il suo significato è quello di abisso, la massa d'acqua della Creazione. Brividi eh? I richiami alla mitologia sono però solo una ciliegina rancida su una torta fatta a quattro mani con la morte. Gustosissima e collaudatissima ricetta, tra l'altro. Se coi Bestial Mockery si andava di black thrash animalesco, qui si solidifica il tutto, si compattano i riffoni per creare un album che mette in mostra la sua natura verace e autentica, di quelli col cuore che ti scoppia in mano per la rabbia infusa al suo interno. Questi cavalieri dell'apocalisse -quanti sono, a proposito? Metal Archives dice due, Spirit of Metal quattro- hanno fatto propria la lezione dei più oscuri Morbid Angel rendendola un po' più melodica e schematica (anche troppo in "Voices From The Darkside"), e letteralmente portandosela a casa, dove per casa si intende un retrogusto di quella melodia strisciante proprio del death metal old school proveniente dalla Svezia. C'è dell'altro. Non sono i sanguinari Vomitory, anche se tanto meritorio sarebbe stato essere ricondotti a quel sound grumoso. Ci sono tanti inserti atmosferici e abissali, la interlocutoria traccia sei la salterete a pie' pari ed è un'occasione mancata per mettere il lucchetto al disco perché poi di pezzi veri e propri ne restano sei per mezz'ora scarsa. Un po' poco considerando che quattro di questi erano già noti -con produzione diversa- nella demo del 2011. Ma se vogliamo prescindere dalla natura di album nuovo-che-poi-nuovo-non-è di 'The Merciless Light' si troverà pane per i denti di chi vuole assaporare il vero gusto dell'underground.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Brutal ass sez

BRUTAL ASSAULT FESTIVAL 2017
Josefov Fortress - Jaromer (CZ)

Due anni fa il MetalCamp in Slovenia, quest'anno il Brutal Assault, praticamente i due festival più a misura di fan disponibili sul mercato europeo. Troppo grandi e dispersivi i rinomati Hellfest e Wacken, troppo lontani quelli scandinavi, nell'impon...

Sep 18 2017

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web