You are here: /

TOMBS: All Empires Fall

data

02/04/2016
68


Genere: Post Metal
Etichetta: Relapse Records
Distro:
Anno: 2016

I Tombs non sono mai stati fermi su un determinato sound, sono puro magma che si espande e si ritrae sulle materie del black e del post metal a seconda dei dischi fatti. Che il capofila sia un tizio che ne sa più del diavolo rende le cose molto più appassionanti: per riuscire a scrivere pezzi notevoli basta un po' di sale in zucca. Questo EP lascia l'acquolina in bocca perché Hill e compagnia fanno un passo in avanti bello grosso inserendo plumbee atmosfere alla Bauhaus/Sisters of Mercy ("Last Days Of Sunlight" è quanto di più spettrale possiamo trovare nel catalogo dei Tombs), e variando un po' sul tema con i sintetizzatori da film dell'orrore dell'introduzione, con un riffone poi roccioso alla Hatebreed. D'altronde, sono nuovi acquisti in formazione sia colui che suona i synth, sia batterista e chitarrista, quindi difficilmente avremmo potuto avere un 'Savage Gold' parte due. 'All Empires Fall' porta in sé anche qualcosa di più accessibile come "Deceiver", che sembra uscita dall'oscuro catalogo degli ultimi Forgotten Tomb, ma con delle striature post punk caratterizzanti, e dulcis in fundo il pezzo cardine dell'uscita, che dovete ascoltare nel link qui sotto. Si tratta della summa del Tombs-pensiero, dello stadio finale della loro evoluzione all'anno 2016, perché contiene tutti gli elementi citati fino ad ora e mette in mostra la valorizzazione perfetta dell'atmosfera, venuta un po' meno nell'album precedente, in cui emerge persino l'amore per i Fields of the Nephilim. È come se da "Obsidian" a "V" la band ci abbia voluto spiegare come la partenza black metal sia suscettibile di un imbastardimento tanto audace quanto riuscito. A questo punto, come si suol dire, aspettiamo altri sviluppi sulla materia (oscura) perché ne vogliamo ancora.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ben frost 630x400

BEN FROST
Auditorium Parco della Musica - Roma

Compositore di musica elettronica australiano trasferitosi in Islanda, è una delle nuove leve che ha già alle spalle diverse produzioni per serie Tv, film e cortometraggi; le sue creazioni sono caratterizzate da una ritmica sganciata dall’evoluzio...

Dec 14 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web