You are here: /

ANNIHILATOR: FEAST

data

24/08/2013
80


Genere: Thrash metal
Etichetta: Udr Music
Distro: Audioglobe
Anno: 2013

Alzi la mano chi credeva possibile che gli Annihilator fossero capaci di tornare ai fasti dei primi album, o a quelli di 'Criteria For A Black Widow'. Troppo l'ego di un comunque immenso artista come Jeff Waters, il quale ha sempre considerato la band come un suo progetto, tanto da far girare i componenti con la stessa facilità con cui Belen cambia uomo, ed anche stavolta cambia il drummer con Mike Harshaw a sostituire Ryan Ahoff, il quale a sua volta è durato solo lo spazio di un disco. Ma la ritrovata stabiltà, almeno a livello vocale, con Dave Padden che oramai è nella band da dieci anni, ed oltretutto aiuta Jeff nelle parti di chitarra, ha dato una bella spolverata alla patina di stantìo che si era depositata su di loro dopo le ennesime distruzioni di line-up; in una recente intervista Jeff ammette l'importanza di Dave nel caratterizzare anche questo ultimo arrivato in casa Annihilator, sia con la sua voce che ben si adatta a brani a volte un pò fuori dal comune, sia nel suggerire di riregistrare i classici del passato, adattandosi a ugole diverse, sia ancora per estensione che per cattiveria. Allora viene da sè che il nuovo 'Feast', che qui viene appunto esaminato nella versione deluxe sia un disco coi controcoglioni, fumante, furente fin dalla doppietta iniziale "Deadlock"/"No Way Out", in cui il trademark dei canadesi si riconosce in riff secchi, batteria assassina e la voce granitica di Dave che pare "rivestire" i brani come un comodo abito: prova ne è il ritornello azzeccato della successiva "Smear Campaign" e il mood funky di "No Surrender" che sembra provenire direttamente da quella fine eighties/inizio nineties, in cui gli Annihilator si ersero strenui baluardi metal, mentre tutto attorno sapeva di contaminazione, quasi a dimostrare che quello che facevano allora i Mordred, lo possono fare tranquillamente anche loro! I passaggi che effettua poi la band dalla classica "Wrapped" alla ballatona Queensryche-oriented "Perfect Angel Eyes", fino alla terremotante "Demon Code", non fanno altro che confermare quanto sia in forma l'ottimo Jeff, ispiratissimo sia nei suoi sempre funambolici assoli, che nei suoi riff penetranti, quanto nei passaggi più melodici sui quali ancora una volta Dave si adatta benissimo, dimostrandosi l'arma in più degli Annihilator versione anni duemila e che chiude degnamente l'album con la poliedrica, ma nel contempo devastante "Fight The World" e la sua 'gemella'"One Falls, Two Rise", laddove si passa con nonchalanche dai Metallica più lenti, agli stessi Annihilator più furiosi fino ai Testament più cadenzati. Il cd bonus è un'ottimo compendio, giusta l'idea di inserirlo appunto nella versione deluxe come confermato nell'intervista di cui sopra dallo stesso Jeff, che inoltre cita Testament, Exodus e Scorpions come precursori di queste idee, ma per chi scrive le versioni originali dei classici dei primi tre album sono inarrivabili mentre le altre sono letteralmente rinate grazie alla cura Padden! Adesso chi non ha ancora alzato la mano, si cosparga il capo di cenere e corra subito a procurarsi 'Feast', altrimenti potrebbe essere fatto a brandelli dalla sensuale zombessa in copertina...

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Mdslide

METAL DAYS - WEEKEND OF SOLACE
- Tolmin

Il festival Metal Days era stato cancellato, ma gli organizzatori, con minimo preavviso, visto l'opportunità di organizzare qualcosa di simile e forti di 2000 potenziali adesioni richieste via web entro una certa data per portare avanti il processo organiz...

Sep 23 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web