You are here: /

AQUILUS: GRISEUS

data

25/05/2012
92


Genere: Neoclassical Folk Black Metal
Etichetta: A Sad Sadness Song
Distro: ATMF
Anno: 2012

Occhi sgranati. Luce. Tanta luce. Siamo nudi, esposti ad ogni intemperia e non possiamo farci nulla. Quanto siamo piccoli davanti a tutta questa grandiosità! Non è un'impressione: siamo realmente insignificanti, dei granelli di polvere. E lui invece si staglia imponente, ci sovrasta. 'Griseus' non è solo un cd, Aquilus non un gruppo, bensì una sfida che l'uomo perde in partenza, minuscolo dettaglio della natura. Si annega in qualcosa di mistico, carezze d'oriente, archi leggiadri, chitarre acustiche con accenti d'un folklore che sa di foreste incantate e divagazioni metal ("Arboreal Sleep"). Solo pochi tocchi di violenza, poco in sostanza il metal propriamente detto, il riferimento meno fuorviante va agli Opeth che resuscitano dalla tomba di 'Heritage' e lentamente dipingono tele di secoli addietro. Eccessive e ambiziose sono le orchestrazioni, quanto è struggente, quanto colpisce fino alle lacrime il pianoforte finale di "Smokefall"? La cosa stupefacente è che non si tratta di sentimentalismo, nulla di romantico, gotico o decadente, o almeno nulla che abbiamo sperimentato negli anni del metal. Drammatico e tanto caldo benchè dubitiamo che dietro a tutti gli strumenti ci sia la mano umana, 'Griseus' si pone come pietra di paragone per chiunque d'ora in poi abbia l'idea di inserire nel proprio album degli sprazzi di classicismo sinfonico. I My Dying Bride ci avevano provato con 'Evinta', ma si sentiva che il mestiere faceva da padrone, i fantomatici "dischi orchestrali" di Rhapsody e compagnia scompaiono, inghiottiti e digeriti. Il metal esce sconfitto dall'insieme di 'Griseus', ma allo stesso tempo trae nuova linfa, nuovi stimoli per continuare e non accartocciarsi come (inevitabilmente purtroppo) sta accadendo in questi anni. Aquilus all'esordio su album si pone come struggente e infinita ricerca del bello e dell'eccellenza. "Night Bell" è liturgia, continua tensione che si arricchisce ogni istante di un nuovo tassello, climax che si fregia delle suggestioni di Rachmaninov, dei canadesi Gris e Morricone, e genera paesaggi mozzafiato nell'irrequieto finale, un notturno degli anni Duemila. Sono passati ottanta densissimi minuti. Resta solo il silenzio, solo lui può lasciare che la memoria renda immortale ciò che abbiamo ascoltato, ciò che abbiamo vissuto. Difficilmente si riesce a strabiliare l'audience in modo così plateale, così a pieno e senza dare la possibilità a nessuno di obiettare qualcosa.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Hellraiser wavegotikweekend header sa

WAVE GOTIK TREFFEN
- Lipsia (GER)

Quasi tutti i festival estivi sono andati incontro, dopo la cancellazione dell'anno 2020, anche a quella di questo 2021. Il Wave Gotik Treffen di Lipsia non fa eccezione in questo senso: dopo avere nel luglio dell'anno passato confermato per il maggio segue...

Jul 23 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web