You are here: /

ASSASSIN: Combat Cathedral

data

24/06/2016
68


Genere: Thrash Metal
Etichetta: SPV / Steamhammer
Distro:
Anno: 2016

Spiegatemi una cosa. Non è possibile fare gli esaltati a giorni alterni, o meglio a gruppi alterni, quando la sbobba prodotta è la stessa. Si potrebbe pensare che quando il promo ve lo passa tale etichetta vada sempre tutto bene, mentre se vi capita di dover recensire altro le cose si fanno più complicate e si vanno a usare dei metodi di giudizio diversi. Oramai gli Assassin sono alquanto ignorati, se non sottovalutati ferocemente. Non possono fare un album in santa pace (cinque anni) e nel frattempo cambiare un cantante che su di loro si scatena l'ira dei poverini che pensano di ascoltare una copia dei quattro album precedenti. Magari non l'hanno manco ascoltato, perché 'Combat Cathedral' suona molto diverso rispetto a tutti i dischi che lo precedono. Il nuovo urlatore ha una voce più bassa, tanto che in alcuni punti si avvicina a Chuck Billy, ma non dimentichiamo che è thrash tedesco e se non vomiti i polmoni non vale. Infatti nonostante le differenze con Gonella, Ingo tuona e rimbomba senza sosta, risultando una gradita sorpresa. A dire il vero, tutto l'album è una sorpresa, visto che ulteriori cambiamenti sono stati fatti anche in sede di produzione. Tutto è più cupo e violento, massiccio e meno arioso. Più cazzotti, meno pugnalate. E' una scelta che sicuramente sarà stata dettata sia dal succitato cambio al microfono che dalla voglia di andare oltre gli stupidi paletti imposti dagli ascoltatori per cui "gli Assassin devono suonare per forza in quel modo", cosa smentita giustappunto con la voracità di 'Combat Cathedral'. Il peso delle soluzioni ritmiche e il groove di molti riff rende l'ascolto molto piacevole, a tratti esaltante perché le canzoni hanno indubbiamente una struttura classica e che si fa ricordare, meno elaborate di quanto ascoltato col vecchio 'Interstellar Experience' e questo ha fatto in modo di arrivare a ben dodici pezzi, con l'asticella che si abbassa solo verso la fine del disco, piatta e monotona, quindi diciamo da "Ambush" in poi si può saltare quasi tutto. Il merito principale della coppia di chitarristi, vero motore di questa terza era degli Assassin (la prima: anni Ottanta, la seconda: reunion, e ora l'ultima col nuovo cantante), è quello di essere andati -per quanto i propri mezzi tecnici lo permettevano- per la propria strada, consapevoli che se la storia del metal non l'avevano cambiata 'The Upcoming Terror' e il suo successore, non sarebbe stato certo 'Combat Cathedral' a farlo. E quindi un'uscita dignitosa, che non va oltre la media del thrash del 2016, ma si distingue nettamente sia dal revival più anonimo che soprattutto dagli innumerevoli colleghi attempati e pure più celebrati che stanno pian piano scivolando nel ridicolo e nella totale assenza di stimoli. Per una volta i più o meno recenti tonfi di Destruction, Protector, Sodom, Accuser e Criminal devono seriamente fare i conti con Scholli, Michael e soci. 

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Mdslide

METAL DAYS - WEEKEND OF SOLACE
- Tolmin

Il festival Metal Days era stato cancellato, ma gli organizzatori, con minimo preavviso, visto l'opportunità di organizzare qualcosa di simile e forti di 2000 potenziali adesioni richieste via web entro una certa data per portare avanti il processo organiz...

Sep 23 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web