You are here: /

DEATH ANGEL: THE DREAM CALLS FOR BLOOD

data

27/10/2013
76


Genere: Thrash Metal
Etichetta: Nuclear Blast
Distro: Warner
Anno: 2013

L'approccio verso un nuovo album dei Death Angel è sempre complicato, non perchè ci si ritrovi di fronte a chissà quale invenzione sonora, ma per quanto hanno fatto in passato, nel giro di soli quattro anni, dal 1987 al 1990, la band di origine filippina ha sconquassato il thrash, portandolo ad un livello più elevato, senza per forza cadere nello stucchevole techno-thrash. Ed è così che, dopo tutta l'indifferenza cadutagli addosso e che li ha portati allo scioglimento ed al conseguente smembramento negli innocui The Organization e Swarm, il ritorno lascia sempre una parte di amaro in bocca; anche se dal 2003 in poi, i nostri non hanno sbagliato un colpo, ma come anche nel caso del qui trattato 'The Dream Calls For Blood', sembra che abbiano voluto ridimensionarsi, perdendo quella voglia di osare che li aveva caratterizzati sopratutto in 'Act III', diventando un gruppo thrash a tutti gli effetti, ma non un gruppo comune o fotocopia di tanti altri, perchè anche qui, i Death Angel fanno vedere che la voglia di scrivere grandi canzoni con ottimi inserti melodici e assoli da paura non è ancora passata, anzi! In questo modo va visto il nuovo corso degli ex ragazzi prodigio, gli storici Mark Osegueda e Rob Cavestany hanno finalmente stabilizzato la band, dando una rinfrescata con l'inserimento di una nuova sezione ritmica già dal precedente album e nel segno della continuità - stesso produttore, Jason Suecof, stessi studi di registrazione, gli Audio Hammer e stesso artista per l'artwork, Brent Elliot White - ci danno in pasto questo violentissimo disco che ha un suono devastante, forse anche troppo finto per quanto riguarda la batteria, ma che fin dall'opener "Left For Dead" non fa prigionieri, forse solo la canonicissima "Caster Of Shame" resta un gradino sotto il resto, ma poi ci si perde in ottime schegge da handbanging, che, siamo sicuri, dal vivo procureranno danni inimmaginabili ed anche dove, come nella conclusiva "Territorial Instinct / Bloodlust", si torna a gustare un po' di gusto per la dissonanza come ai vecchi tempi, il pericolo di spezzarsi l'osso del collo per troppo scuotimento di capoccia è molto alto. Lasciamo quindi la nostalgia ad altri, quei Death Angel erano figli dei tempi, ora sono rinati, in forma come pochi e con la devastante voce di Mark Osegueda su tutto; se ne volete l'ennesima prova, immaginatevi di essere di fronte agli affamati lupi in copertina e pensate a cosa vi può succedere di lì a poco... P.S.: Il cd uscirà anche in edizione limitata comprendente la cover di "Heaven And Hell" dei Black Sabbath, ed un bonus dvd con il "making of" di 'The Dream Calls For Blood'.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Mdslide

METAL DAYS - WEEKEND OF SOLACE
- Tolmin

Il festival Metal Days era stato cancellato, ma gli organizzatori, con minimo preavviso, visto l'opportunità di organizzare qualcosa di simile e forti di 2000 potenziali adesioni richieste via web entro una certa data per portare avanti il processo organiz...

Sep 23 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web