You are here: /

LOVE SEX MACHINE: LOVE SEX MACHINE

data

10/04/2012
55


Genere: Sludgecore
Etichetta: Throatruiner Records
Distro:
Anno: 2012

La copertina in un nichilista bianco e nero è puramente hardcore. Il nome del gruppo è da rock band classica e impregnata di blues, o al massimo di funk. I titoli delle canzoni sono degni della peggior (in senso buono) specie di grind dei bassifondi. Capite bene che il recensore comprensibilmente è un po' spaesato, per non dire che sulle prime non ci capisce una mazza. Lo sbigottimento aumenta quando il disco parte e si manifesta un suono che inizialmente fa raggomitolare la spina dorsale e srotolare l'intestino. Solo la casa discografica dovrebbe mettervi in allarme, ma se vi aspettate l'ennesimo gruppo hardcore siete fuori strada. Stavolta si fa ancora più sul serio: niente cavalcate, solo lentezza esasperata; melodia? nemmeno per scherzo, i Love Sex Machine ci ammorbano con una miscela di sludge e doom, con un'attitudine (post) hardcore e chitarre droppate che pesano tonnellate, talmente ribassate che si sortisce quasi lo stesso effetto di una centrifuga continua nei break dissonanti e atonali dei Meshuggah. Questo dischetto è eccessivo e ridondante, tanto che il consiglio è di ascoltarlo tutto d'un fiato, singoli frammenti non avrebbero senso, le tracce sono tutte simili e collegate tra esse con zanzarosi feedback. Tipica proposta da accettare in toto o respingere con ribrezzo, un po' come i mentori Electric Wizard, forma canzone nulla, emozioni plumbee. In questo caso però il feeling è poco, la monotonia prende presto il sopravvento (eppure per i primi due o tre ascolti il cd farà abbastanza bene il suo sporco lavoro), le già citate chitarre catacombali si fermano su riff troppo cupi tanto da sembrare tutti uguali, mentre si ravvivano e si riprende quota quando si lambisce lo stoner.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Appunti01

HYPOCRISY – SEPTICFLESH
Orion - Ciampino (Roma)

Primo grande evento della stagione concertistica autunnale della capitale e quale migliore occasione per assistere al set di due band che, in maniera diversa, hanno fatto la storia del genere estremo. "Apertura delle danze" riservata ai finlandesi Horizon I...

Nov 22 2022

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web