You are here: /

VALBORG: Endstrand

data

29/04/2017
60


Genere: Progressive Doom, Death
Etichetta: Lupus Lounge
Distro:
Anno: 2017

Quando hanno esattamente svoltato i Valborg ? Mai. Qualcosa era cambiato con 'Nekrodepression', in seguito poi i sintetizzatori avevano preso il sopravvento, dando una seria ragion d'essere a un gruppo che si era distinto per essere uno dei più coriacei seguaci dei Celtic Frost di 'Monotheist'. Poca personalità però fino appunto a 'Romantik' e ora con 'Endstrand' interrompono il trend positivo tornando nel limbo. Chiariamo però il significato di "svoltare" come utilizzato all'inizio: mi sarei accontentato di un bagno di umiltà e di ambizioni meno altisonanti perché i limiti tecnici sono evidenti da sempre. Sono soprattutto aspetti formali che vanno a minare di non poco la professionalità delle uscite dei Valborg, per esempio la batteria,che più piatta, scarna e monotona non si può, è una semplice linea guida. E poi -ancora oggi- un'insistenza su riff che nulla hanno di particolare e non acchiappano l'attenzione dell'ascoltatore. La carta vincente si chiamava allora atmosfera gotica e necessaria fu una lenta emancipazione dal sound di Tom Warrior e soci in favore del doom più lapidario condito da ottimi synth. Dalla partenza di "Jagen" invece sembra essere di nuovo dalle parti di 'Glorification of Pain' e 'Crown of Sorrow', tanta violenza e ritmi più sostenuti. Ma d'altronde il numero e la durata delle tracce riporta ad una maggiore semplicità delle strutture. Qualcosa è cambiato ancora una volta: le ritmiche sono marziali e industrial in diversi punti e si sente un lavoro finalmente professionale sulla voce di Kolf che risulta più variegata e disperata che mai, e tuttavia il parziale dietrofront verso quanto già fatto in passato deve intendersi come una mezza sconfitta per i Valborg, prigionieri senza scampo che vorrebbero tanto spaccare il mondo e che purtroppo non hanno i mezzi per farlo e spadroneggiare nel fazzoletto di metallo che hanno deciso di occupare: lì c'è quella grossissima entità chiamata Triptykon che fagocita i concorrenti e non si sa dove li espelle. In ogni caso di 'Endstrand' è innegabile la abnegazione, la risoluzione ferrea, la maggiore concretezza e l'inserimento di diversi punti di interesse trasversale che consentono di raggiungere la sufficienza. Solo con un estenuante parto cesareo si possono estrapolare da questo album le buone intenzioni dei Valborg.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Hellraiser wavegotikweekend header sa

WAVE GOTIK TREFFEN
- Lipsia (GER)

Quasi tutti i festival estivi sono andati incontro, dopo la cancellazione dell'anno 2020, anche a quella di questo 2021. Il Wave Gotik Treffen di Lipsia non fa eccezione in questo senso: dopo avere nel luglio dell'anno passato confermato per il maggio segue...

Jul 23 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web