You are here: /

WARBRINGER: Woe To The Vanquished

data

19/03/2017
76


Genere: Thrash Metal
Etichetta: Napalm Records
Distro:
Anno: 2017

Li possiamo perculare per aver scelto nel lontano 2004 di chiamarsi Onslaught ignorando colpevolmente un grosso nome storico del genere, li possiamo ascoltare schifati quando fanno album brutti ('World Torn Asunder') e li possiamo anche lasciare da parte perché non originali, ma non possiamo certo dire che i Warbringer stanno con le mani in mano. E a quanto pare l'impegno (cinque album dal 2008) paga: dopo un lungo contratto con Century Media eccoli alla Napalm. Ho particolarmente apprezzato il precedente 'IV: Empires Collapse' perché era ben oltre il solito compendio di craniate contro il muro da Bay Area: velocità e strutture erano a volte vicini ai Megadeth di 'Rust in Peace', altre ai Kreator di 'Coma of Souls' e poi dei primi anni Duemila, con varie sfumature death metal svedese, hardcore e heavy classico. Insomma c'era più roba del previsto e questo aveva disorientato un po' i fan degli esordi, abituati ai macelli di 'War Without End' e 'Waking Into Nightmare'. In questo senso 'Woe To The Vanquished' è un deciso ritorno all'ovile, ma solo sulla carta perché i vecchi Warbringer degli esordi non ci sono più: il gruppo ha acquisito una discreta personalità e mette la mette in mostra assieme a una ormai decennale esperienza nell'album più violento della propria carriera. La produzione è rocciosa, privilegia nel mix soprattutto i mirabolanti assoli di chitarra, la voce di John Kevill e esalta la miglior prova dietro alla batteria di Carlos Cruz. Si sente che i Warbringer hanno lavorato sulle singole canzoni, stanno in piedi anche da sole, hanno una forza inedita che in passato era messa in secondo piano e volta alla riuscita complessiva dell'album, cosa che portava a un certo appiattimento. Oggi come allora non ci sono sconvolgenti rivelazioni, il riff in apertura di "Silhouette" non è chissà quanto fresco, poi però la accelerata improvvisa cambia tutto. La cattiveria emerge in alcuni riff palesemente death metal di "Shellfire" e "Divinity of Flesh", nei ritmi della title track e nel mood generalmente molto più cupo che in passato, come ben rappresentato nella copertina. L'old school ha comunque il suo momento di gloria nella "moshabile" ma non moscia "Remain Violent", che chiama i vecchi Exodus a gran voce. Non tutto è perfetto e ci sono momenti di anonimato, anche se comunque godibili, tra la kreatoriana "Descending Blades" e i rallentamenti troppo forzati di "Spectral Asylum". Dulcis in fundo, la canzone più lunga mai scritta dai Warbringer rende giustizia alla fornita fucina di idee da cui è uscito fuori 'Woe...' perché dimostra in pieno come l'etichetta di revivalisti e approfittatori dei trend sempre meno si addice a loro, anche se a un certo punto si sarebbe potuto osare anche di più. E invece ci si accontenta di una "Where The Guns Fall Silent" che è sì ambiziosa per i loro standard, con partenza lenta e arpeggi molto atmosferici, ma non porta a termine la missione a causa dell'assenza di una conclusione epica come la parte mediana, perché se gli assoli sono ancora una volta di ottima fattura, la struttura della canzone non è altrettanto forte e sentiamo i "soliti" pattern di batteria di Cruz che in un contesto come questo -undici minuti- fanno perdere la rincorsa avuta nei minuti iniziali. Si prospettano dei derby molto infuocati con i nuovi lavori di Havok e Toxic Holocaust, già usciti o in uscita entro l'anno.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Hellraiser wavegotikweekend header sa

WAVE GOTIK TREFFEN
- Lipsia (GER)

Quasi tutti i festival estivi sono andati incontro, dopo la cancellazione dell'anno 2020, anche a quella di questo 2021. Il Wave Gotik Treffen di Lipsia non fa eccezione in questo senso: dopo avere nel luglio dell'anno passato confermato per il maggio segue...

Jul 23 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web