You are here: /

AA. VV.: DON'T TRIBUTE BAD - THE SONGS OF FIREHOUSE

data

17/06/2005
70


Genere: Melodic Hard-Rock
Etichetta: Sleaszy Rider
Anno: 2004

Ah i tribute cd, croce e delizia del mondo discografico, spesso fatti solo per spellare soldi ai vari malcapitati di turno, e addirittura interessanti, in diversi casi, per mostrare le ottime qualità di molte bands misconosciute. Anche questo omaggio ai Firehouse non fa certo differenza, racchiudendo al proprio interno alcune emergenti realtà della scena hard 'n' heavy mondiale, tra le quali ne figurano alcune davvero interessanti. Tra le migliori interpretazioni del cd, infatti, mi sento di segnalare le ottime prove dei cileni Fahrenheit e dei nostri talentuosi Borgogna, cui si affiancano anche la divertente vena di "Don't Treat Me Bad" degli ellenici Hannibal e la positiva esecuzione di "Don't Walk Away" dei propri connazionali W.A.N.T.E.D.. Ma la rivisitazione della carriera discografica dei Firehouse non si ferma ad una classica riproposizione dei pezzi scelti dalle bands, fornendo anche alcuni remake altamente personali da parte di acts come gli altrettanto greci Snowblind, i loro connazionali Kinetic e gli italianissimi In Memory, i quali hanno tentato, con risultati forse altalenanti ma non deprecabili, di fornire una versione più heavy delle composizioni fuoriuscite dalla penna di Bill Leverty e soci. In conclusione mi sento di giudicare positivamente questo discreto tributo, il quale forse non farà gridare al miracolo per la qualità generale delle riproposizioni, ma che comunque permette di allargare gli orizzonti musicali di tutti i rockers famelici di novità. Da ascoltare, almeno per curiosità.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Shoresnull

SHORES OF NULL
Traffic - Roma

‌In tempi di covid ritrovarsi ad un concerto metal in un club pieno per i 4/5 della capienza è una straripante vittoria. Il merito è tutto delle due band romane che hanno condiviso il palco (chiedo venia agli Inno che non troveranno copertura in qu...

Dec 28 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web