You are here: /

CREMATORY: PRAY

data

13/02/2008
79


Genere: gothic
Etichetta: Massacre
Anno: 2008

Uno dei miei diletti favoriti è leggere qua e là le recensioni ad opera di novellini pisquani che si improvvisano recensori, il più delle volte scampandola bene scopiazzando e rimaneggiando ciò che trovano in rete. Altre volte no. Dico ciò perché finora a riguardo di questo nuovo album dei Crematory ho letto solamente grandi baggianate! Dopo quasi vent'anni sulle scene i Crematory hanno percorso diversi sentieri all'interno del metal: death/doom, gothic e industrial, per poi ritornare al primo vero amore di sempre, quel gothic metal inteso nella sua forma più completa e meno ruffiana, quella sempre portata avanti più o meno efficacemente dal gruppo tedesco in album magistrali come ad esempio 'Illusions' (1996). 'Pray' questo il titolo del nuovo album unisce riffoni granitici di chitarra e l'ugola cavernosa di Felix alle melodie delle tastiere e della voce di Matthias, la vera carta vincente dei Crematory di questi ultimi tre album per lo meno. Se è vero che i primi amori sono sempre quelli più forti, anche in campo di influenze siamo sulla stessa lunghezza d'onda: in questo platter i Crematory dimostrano ancora una volta il proprio tributo ad un gruppo come (gli ultimi) Paradise Lost, ovviamente con le dovute misure senza togliere niente a nessuno. 'Pray' ovviamente non è solo questo, ma una sorta di summa tecnica e sonora di tutto quello che i Crematory hanno rappresentato in tutti questi anni, forse non l'album migliore della discografia, sicuramente il più completo a livello di contenuti. Questa volta il cantato ritorna in inglese (meno male) e si raggiungono vette qualitative paurose, in senso buono, laddove molti altri gruppi ben più blasonati si accontentano di "fare bene". 100% sound teutonico, roccioso e mascolino quanto basta, il nuovo parto dei Crematory si dimostra un ottimo inizio di 2008.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Af

AGNOSTIC FRONT
Traffic - Roma

Mercoledi 22 giugno. C’era la solita calorosa e gremita folla ad accogliere gli Agnostic Front al loro abituale ritorno in Italia. Ormai si può dire che i newyorkesi siano di casa a Roma, e il feeling con gli spettatori lo dimostra. Un pizzico di timore ...

Jul 2 2022

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web