You are here: /

DIVINE ASCENSION: Liberator

data

30/01/2015
73


Genere: symphonic metal
Etichetta: Vicisolum Productions
Distro:
Anno: 2014

Dalla terra dei canguri, non certo rinomata per le sonorità symphonic/power metal (forse l'unica eccezione potrebbe essere rappresentata dai buoni Vanishing Point), tornano i Divine Ascension con un lavoro formalmente impeccabile, ma come il precedente debut 'As The Truth Appears' lascia insinuare più di un dubbio in fatto di originalità. Se tecnicamente evidenziano un ottimo grado di preparazione (cosa peraltro abbastanza comune alla stragrande maggioranza degli act impegnati in queste sonorità), alla band di Melbourne dobbiamo rimproverare loro il solito viziaccio di battere lidi già ampiamente sfruttati da altre entità in un passato neanche troppo recente: Nightwish (anche se la bella voce di Jennifer non ha l'impostazione lirica della Turunen o della Simons, piuttosto vicina invece a quella della nostra Cristina Scabbia oppure ad Elize Ryd), After Forever e Within Temptation, sono i soliti nomi arcinoti che ci vengono subito in mente; insomma, farina del loro sacco non è che ce ne sia molta. Il cd si fa comunque assai apprezzare per la possente produzione dove spesso i suoni sono colmi di groove (ad esempio nella composita "My Contender Lies"), ma che sanno rendersi decisamente potenti nella quasi metalcore "Stronger" o melodici senza sconfinare nella mera mielosità come nella ballad "Sorrow Sacrifice", quindi a loro vantaggio c'è una certa varietà nella stesura dei brani, fatto sicuramente da non trascurare. Belle e di una certa suggestione le mai invadenti orchestrazioni che trovano la loro miglior gratificazione nella notevole "Final Stand , molto diretta dai tratti epicheggianti marchiati a fuoco dalla coppia d'asce e da una dirompente sezione ritmica.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Dtm

NERVOSA + BURNING WITCHES
Pumpehuset - Copenhagen (Danimarca)

Confesso di avere qualche pregiudizio nei confronti delle band metal totalmente formate da elementi di sesso femminile, e mi scoccia ammetterlo. Ma è un dato di fatto che non avrei mai preso i biglietti per questo concerto se non fosse stato che doveva aver lu...

Sep 24 2022

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web