You are here: /

AMOK: NECROSPIRITUAL DEATHCORE

data

27/01/2007
65


Genere: Black/Death Metal
Etichetta: Planet Satan Revolution/Aftermath Music
Anno: 2006

“Necrospiritual Deathcore” è l’album di debutto degli Amok, band scandinava attiva dal 2000, con alle spalle qualche demo, la partecipazione ad una compilation della Holycaust Records e uno split coi più famosi Taake. Avrete già capito che Necrocum e compagnia bella sono quattro devotissimi della nera fiamma e che questo full lenght non poteva essere votato ad altro che ad un sano black metal nichilista e blasfemo quanto basta. I ritmi non sono però sempre tiratissimi, e c’è anche molto death metal nelle strutture elaborate dal chitarrista Goatpromoter Lava (solo Lava per gli amici), che per lo meno contribuiscono a rendere le dieci tracce un po’ più varie. Già perché non è che “Necrospiritual Deathcore” brilli per originalità in modo particolare, anzi, il discorso portato avanti dagli Amok dovrebbe essere già noto a qualsiasi seguace del black più becero e tradizionalista. Eppure i quattro riescono a fare la loro sporca (grezza) figura, con una manciata di brani che centrano in pieno l’obiettivo: è il caso della morbosa opener “Necropsy Cunt” col suo andamento disarmonico fatto di tempi malati e snervanti, dell’arrembante “Organ Ejaculator” e soprattutto della terribile triade finale, che per comodità raggruppiamo sotto il nome di “Goatflesh Removal”, una santissima trinità, celebrata liturgicamente in chiave black. Sappiate inoltre (e lo dico per suscitare in voi maggiore curiosità), che tra le varie collaborazioni presenti in questo lavoro, spiccano anche quelle di Hoest (Taake) e Malfeitor Fabban (Aborym)…

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Af

AGNOSTIC FRONT
Traffic - Roma

Mercoledi 22 giugno. C’era la solita calorosa e gremita folla ad accogliere gli Agnostic Front al loro abituale ritorno in Italia. Ormai si può dire che i newyorkesi siano di casa a Roma, e il feeling con gli spettatori lo dimostra. Un pizzico di timore ...

Jul 2 2022

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web