You are here: /

ARCH ENEMY: Dead Eyes See No Future

data

15/12/2004
SV


Genere: Melodic Death Metal
Etichetta: Century Media
Distro:
Anno: 2004

Domanda: a cosa serve questo nuovo ep degli Arch Enemy? Risposta: nulla, o quasi. “Dead Eyes See No Future” è il classico contentino/stuzzichino pseudo appetitoso per i fan sfegatati della band capitanata dai fratelli Amott; nonostante le intenzioni siano scelleratamente economiche, bisogna dire che dal punto di vista della forma e della sostanza questo dischetto non se la cava poi male. Introdotto da un artwork di tutto rispetto, contiene al suo interno cinque brani: “Dead Eyes See No Future”, tratto dall’ultimo lavoro del combo svedese “Anthems Of Rebellion”, che è anche il capolavoro indiscusso di tale album, tre pezzi live eseguiti in maniera egregia quindi parimente superflui, e ben tre cover (e qui comincia il bello): “Symphony Of Destruction” dei Megadeth, invero la meno riuscita soprattutto per via della voce assolutamente fuori luogo di Angela e del guitar work perfetto ma totalmente alieno all’ambito Mustaine & co; “Kill With Power” dei Manowar, uno spasso soprattutto per la performance vocale, ottima, e infine siore e siori, “Incarnated Solvent Abuse” (serve che vi dica che è dei Carcass?): assolutamenta perfetta, e assolutamente esaltante, sembra quasi una registrazione attuale dei veri Maestri. Insomma, roba che il cd andrebbe comprato solo per questo brano. Entusiasmi partigiani esclusi, mi sento di consigliare questo mini cd solo ed esclusivamente ai fan sfegatati, e tanto, degli Arch Enemy. Che saranno anche gli unici a leggere questa recensione, mi sa.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Idles 2022sez

IDLES
Rock In Roma - Roma

A giudicare dal pubblico accorso - un mix ben assortito di nuove leve, vecchi rockers, darkettoni e di qualche ascella pezzata che non manca mai - che ha riempito quasi completamente il Red Stage del Rock in Roma, facendo sì che fossimo praticamente appiccicat...

Aug 2 2022

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web