You are here: /

DEVIL'S GIFT: DEVIL'S GIFT

data

16/10/2008
65


Genere: Goth-metal
Etichetta: Tiefdruck Musik
Anno: 2008

I Devil’s gift, band americana e più precisamente di Orlando, nascono per iniziativa di Lennon Murphy, musicista americana attiva dal 2001 sulla scena musicale e con alle spalle diversi dischi solisti, nonché un tour con Aerosmith e Motley Crue e pure una diatriba legale con Yoko Ono, riguardo all’uso del suo primo nome. Insomma, un curriculum piuttosto interessante e che musicalmente ci da subito l’idea di una artista con una certa maturità ed esperienza. Tuttavia, il primo album omonimo della sua band non mi ha lasciato un’impressione non delle più positive; ascoltando e riascoltandolo, la loro musica non riesce a conquistarmi totalmente, forse qualcosina di più si poteva fare, nonostante ci siano dei lati positivi ma tirando le somme non meritano una promozione a pieni voti. Dalla loro parte i ragazzi hanno grinta da vendere e l’accoppiata vincente chitarre-batteria fa la sua bella figura sfoderando potenza e capacità, mentre Lennon Murphy si rivela una buona cantante e capace di stupirci con un ottimo scream (provate a sentire "Shadow Never Ending"). Tuttavia la sensazione è quello di un obiettivo riuscito a metà e nelle tredici tracce sembra prevalere una sorta di motivo conduttore che si ripresenta ogni volta con i dovuti aggiustamenti ma che impedisce loro di avere una propria identità. Ed è un peccato se si pensa che ci sono pezzi ben composti come l’opener "Looking For Jesus", "Victim", "Damned Angels", "Sacrifice", "Beautiful You" e "Nobody". Le qualità e la voglia ci sono, ma per il momento il botto è rimandato alla prossima occasione.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Shoresnull

SHORES OF NULL
Traffic - Roma

‌In tempi di covid ritrovarsi ad un concerto metal in un club pieno per i 4/5 della capienza è una straripante vittoria. Il merito è tutto delle due band romane che hanno condiviso il palco (chiedo venia agli Inno che non troveranno copertura in qu...

Dec 28 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web