You are here: /

KING HEAVY: Guardian Demons

data

05/07/2018
70


Genere: Doom Metal
Etichetta: Cruz Del Sur
Distro:
Anno: 2018

Lenta e solenne ecco albeggiare all’orizzonte l’ultima fatica in studio dei cileni King Heavy, secondogenito di una discografia con appunto due full-length ed alcune uscite alla spicciolata. Il sound proposto è un heavy doom metal che ripesca ai classici Candlemass, Black Sabbath e Mercyful Fate, soprattutto questi ultimi per le sulfuree ambientazioni e alcune graffianti e grintose accelerazioni di chitarra. Il contesto, gli sviluppi e le atmosfere, restano però fermamente ancorate al concetto di doom, fondamenta sulle quali si erige l’album. La voce di Luther Veldmark è l’emblema di tutto questo, per corposità ed intensità interpretative accumulabile ai mostri sacri del genere (Messiah Marcolin su tutti). L’album viaggia su vie già percorse da molti altri, ma riesce a trasmettere passionalità, se non altro in chi mastica ed ama questo tipo di approccio. Non c’è una virgola di “nuovo” o personale in Guardian Demons, monolite che eroicamente sfida le onde del mare, senza lasciarsi abbattere. Troviamo interessante quando il comparto vocale sposta il tiro ad espressività più “esoteriche”, sfiorando i toni di King Diamond e del suo passato. Full-length che non sposta di una virgola l’indice di gradimento del genere, gradevole sorpresa old school che non renderà più assimilabile il doom a chi non lo ama. In tal senso, se non volete immergervi nel più classico concentrato di note heavy passate la mano. In caso contrario, potreste andare a colpo sicuro con i King Heavy. L’unica colpa, se così la possiamo chiamare, è di non percepire nulla che vada al di fuori del seminato, una qualsivoglia traccia di personalità che ce li faccia distinguere da tutto ciò che è stato “già visto”. Pensiamo che nemmeno sia mai stato l’intento degli artisti, ma resta l’amaro in bocca per una sfumatura o un accento che ci faccia riconoscere i musicisti. Nessun tratto somatico permetterà loro di alzare il capo dalla bolgia in cui sguazzano. Solido ed evocativo, Guardian Demons è il nostalgico e sfuggente sguardo al passato, ad un’uscita old school che non tradirà le aspettative, ma nemmeno ne arricchirà il blasone.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Alossez

ALOS
Freakout Club - Bologna

Alos, creatura di luce nuova che si dipana nell’emotività di chi la guarda, la scruta, l’osserva e ne ascolta gli strascichi, il respiro, il suono che ne ingloba lo spazio circostante. Un nuovo progetto, 'The Chaos Awakening', che ritengo d...

Dec 6 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web