You are here: /

MYRATH: Tales Of The Sand

data

26/02/2012
85


Genere: Heavy Metal
Etichetta: II BIs Records
Distro:
Anno: 2011

Ma quanto è bello questo disco? La band tunisina ha davvero superato sé stessa fondendo vari generi creandone uno proprio, in pratica un heavy metal con tinte prog infarcito di marcati richiami orientali e nord-africani. Ovvio che affinchè il gioco riesca, le dosi devono essere calcolate al millesimo, gli strumenti etnici usati con intelligenza e parsimonia, quindi il fondere la omnipresente darbouka ad un violino nel mezzo di un riff downtuned non è cosa semplice, ma i nostri protagonisti ci riescono in maniera quasi inquietante. La loro bravura va pari passo con la qualità delle composizioni e delle linee vocali che spaziano dall'orientale ad una sorta di hard melodico, e sono veramente affascinanti nella loro apparente semplicità. Vincono pure la battaglia della ripetitività che non viene accusata, non ci si stanca durante l'ascolto, ci si esalta altresì per la buona capacità di trasformarsi in ogni pezzo pur mantenendo ben salda la propria identità. Nessun brano meglio dell'altro, un disco quindi da avere e da assaporare assolutamente per la particolarità della proposta e per la bravura di chi l'ha creata.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web