You are here: /

OVERKILL: UNDER THE INFLUENCE

data

05/11/2005
79


Genere: Thrash Metal
Etichetta: Atlantic
Anno: 1988

Tra i portabandiera del thrash metal più grezzo e caciarone, gli Overkill sono riusciti a costruirsi nel corso degli anni una nutritissima schiera di fan, e se ancora oggi, a distanza di un ventennio dal debutto, il monicker del combo newyorkese è ancora attuale e vincente, il merito è da attribuire ad album che hanno contribuito non poco all'affermarsi del genere, come "Feel The Fire", "Taking Over" o questo "Under The Influence", terzo capitolo per il Batskull statunitense. Supportato da una produzione brutalmente onesta, il presente lavoro conferma quanto di buono Blitz e soci avevano già fatto nelle due precedenti release, e permette loro di superare tranquillamente il temuto esame del terzo album. Le coordinate attorno a cui si sviluppa la proposta degli Overkill comunque non sono mutate di una virgola e in questo senso "Under The Influence" ci offre brani di una certa caratura, attraverso i quali si riconosce il veemente credo thrash che contraddistiguerà anche negli anni a venire le produzioni dell'intramontabile coppia Verni-Ellsworth. Se con "Shred", brano tirato e spigoloso, con un refrain adattissimo per coinvolgere il pubblico nelle esibizioni live, la partenza è di quelle che lasciano il segno, non si può certo dire che gli altri pezzi siano da meno: dall'incedere devastante di "Mad Gone World" alla più articolata, ma non meno acida "Drunken Wisdom", da "Hello From The Gutter" a "Head First" (miglior brano?), ci troviamo di fronte a nove mazzate che colpiscono a dovere. Una menzione particolare va all'ottima "End Of The Line", che sembra riprendere il carattere maestoso ed altisonante dell'anthemica "In Union We Stand", con un solo da urlo e un Bobby Ellsworth perfetto nel riversare tutta la sua energia nell'interpretazione di un brano così particolare. Quattro musicisti affiatati, un thrash metal martellante ma non banale, tanta passione e grinta da vendere: "Under The Influence" potrebbe farvi innamorare degli Overkill già dal primo ascolto.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Dhoa1

DARK HORIZON OPEN AIR 2020
Gartenfelder Strasse 28 - Spandau, Berlino

Il weekend partito il 10 luglio era stato pensato per il Castle Party di Bolkow (Polonia) che pareva avrebbe avuto luogo nonostante tutta la situazione relativa al coronavirus. Anche il Castle Party ha infine rimandato all'anno prossimo come cosi tanti altri fest...

Jul 22 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web