You are here: /

SATAN'S HOST: Virgin Sails

data

23/12/2013
80


Genere: U.S. Heavy Metal
Etichetta: Moribund Records
Distro:
Anno: 2013

Il ritorno del figliol prodigo Harry Conklin (qui con lo pseudonimo di Leviathan Thisiren) dietro al microfono (per chi non lo sapesse, ugola di Titan Force e Jag Panzer) ha giovato parecchio agli statunitensi Satan's Host, donando loro una seconda giovinezza e permettendogli di realizzare un monolite incandescente che risponde al nome di "Virgin Sails". Informazioni storiche sul combo sono facilmente reperibili un po' ovunque in rete e di conseguenza non staremo di certo qui a dilungarci con sterili elucubrazioni riguardanti il cammino fin qui intrapreso dalla cult band di Denver dal 1986 ad oggi. Quel che più ci preme rimarcare è la eccezionale qualità del songwriting sciorinato lungo i quasi cinquantacinque minuti di durata di un platter caratterizzato da uno U.S. Metal potente, variegato e mai noioso o prolisso, violento quando serve e al contempo melodico, articolato e catchy in egual misura, atmosferico e comunque mai domo, la cui chiave di volta è da ricercarsi in due fattori fondamentali: lo stato di grazia del lider maximo Patrick Evil alla chitarra (ispiratissimo tanto sul piano dei riff quanto sul versante solistico) e l'estro vocale di Conklin, capace di una estensione sovrumana così come, quando necessario, dello scream più malefico a corollario di una espressività e teatralità che non può non far tornare alla mente il Warrel Dane degli esordi. Altro aspetto degno di nota è il rallentamento dei ritmi rispetto al recente passato, cosa che rende possibile la costruzione di architetture complesse ed affascinanti, molto più consistenti del semplice death/black abbracciato dai Nostri nelle precedenti release, così come pure l'impianto lirico si è finalmente scrollato di dosso le infantilità legate al satanismo a tutti i costi, facendo sparire tutti quei ridicoli ed abusatissimi "Hell", "Satan", "Evil" e quant'altro di più pacchiano possa venirvi in mente, lasciando spazio a testi più ricercati ed articolati. Mai un calo di tensione, mai una caduta di tono o di stile, splendide melodie, ispirati solos, granitici blast beat, alternanza di atmosfere ora epiche e ora minacciose e lugubri: insomma ci sono tutti, ma proprio tutti, gli ingredienti per il perfetto disco Metal capace di scuotervi le budella così come l'intelletto in un infernale (perdonateci!) turbinìo di pogo, headbanging e sudore e se brani come "Island Of The Giant Ants" o "Vaporous Of The Blood" (tanto per citarne un paio a caso) non riescono nell'intento... beh, vuol dire che non avete mai capito un accidente e che probabilmente fareste meglio a darvi all'hip hop.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Festivalsez

DARK HORIZON OPEN AIR II
Museumpark Rudersdorf - Rudersdorf bei Berlin, Brandeburgo

A meno di due mesi dalla prima edizione gli organizzatori del Dark Horizon Open Air decidono di bissare l'evento. Inizialmente addirittura previsto per agosto, è stato poi posticipato per l'indisponibilità del luogo della prima edizione, in proc...

Oct 7 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web