You are here: /

SEVEN ANGELS: FACELESS MAN

data

14/06/2006
70


Genere: White Power Metal
Etichetta: Encore Records
Anno: 2005

Storia della band. I Seven Angels sono brasiliani, e arrivano sulle pagine di Hardsounds con il loro secondo album “Faceless Man”. La band nasce, almeno sulla carta, verso la fine del 2000 grazie alla voglia del chitarrista Karim Serri e della cantante Debora Serri di suonare la loro musica preferita: pian piano il tutto prende forma fino ad arrivare al 2003 dove i Seven Angels pubblicano il loro debut “The Second Floor”, che ottiene recensioni positive in giro per il mondo. Dopo un paio di anni, e un po’ di apparizioni live di spessore in Sud America, i nostri sono pronti a ritornare in studio per il loro secondo disco. Il disco “Faceless Man”. Il combo, in queste nove tracce, ci presenta un album dal songwriting fresco e maturo, risultando così molto interessante e piacevole anche dopo ripetuti ascolti. Un ulteriore fattore, che caratterizza la proposta della band, è la forte componente cristiana che lega fra loro i musicisti e che permea in modo decisivo le lyrics dell’album: questo porta, giustamente, alla definizione del genere musicale come white power. Le canzoni scorrono piacevolmente, intrise di quella voglia di esprimersi attraverso la musica che non sempre è presente nei dischi: il tutto si evince dalla gioia e dalla solarità di alcune tracce, che sembrano scritte apposta per narrare al mondo la propria voglia di vivere e di suonare. La componente tecnica del disco è di buona fattura, mostrandoci degli artisti preparati: sezione ritmica potente quanto basta, con una batteria non inchiodata sul “doppio pedale perenne”, riff e assoli di chitarra diretti e vari: discorso un po’ più ampio va per la voce di Debora che risulta buona anche se a volte sembra che le linee vocali non siano adatte alla timbrica delle cantante; la riprova è nel fatto che la sensazione è avvertibile solo su alcune canzoni o passaggi che forse risultano particolarmente difficili per l’ugola della singer. La produzione risulta di buon livello e la cover e il booklet risultano belli e dal taglio professionale: ulteriore riprova di come questo disco sia ben assemblato e curato in tutte le sue parti. Il risultato finale è quello di un lavoro che si fa piacevolmente ascoltare e che contiene idee e spunti che non potranno che far piacere agli amanti del genere: il mio consiglio è quello di dare una possibilità alla band brasiliana, collegandosi al loro sito per farsi un’idea delle potenzialità del combo sudamericano.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Festivalsez

DARK HORIZON OPEN AIR II
Museumpark Rudersdorf - Rudersdorf bei Berlin, Brandeburgo

A meno di due mesi dalla prima edizione gli organizzatori del Dark Horizon Open Air decidono di bissare l'evento. Inizialmente addirittura previsto per agosto, è stato poi posticipato per l'indisponibilità del luogo della prima edizione, in proc...

Oct 7 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web