You are here: /

SIX FEET UNDER: Killing For Revenge

data

10/05/2024
76


Genere: Death Metal
Etichetta: Metal Blade
Distro:
Anno: 2024

‘Killing For Revenge’ è un album brutale, come da lunga tradizione, degli inossidabili Six Feet Under, a circa quattro anni dal precedente ‘Nightmares Of the Decomposed’. Chris Barnes è l’unico membro originale della band, che ha comunque raggiunto una sua stabilità di formazione da oltre dieci anni. Vi è però l’apporto caustico del chitarrista neo entrato, da qualche anno ormai, Jack Owen, con un curriculum che annovera molti dischi con i Cannibal Corpse e i Deicide. Il disco è di notevole impatto, mediamente tiratissimo, ma ricco di rallentamenti improvvisi e ripartenze micidiali; Barnes non ha perso la forza del suo growl cavernicolo e questo rende il disco assai marcio. Il disco ruota attorno al tema della vendetta, sia riguardo all’essere umano, sia riguardo alla natura; si pensi ad esempio alla corrosiva “Bestial Savagery”, vagamente slayerana nei riff.  Molto interessante è pure “When The Moon Goes Down In Blood”, fatta di mid tempo ficcanti e incessanti, vere lame affilatissime che penetrano nella carne viva dell’ascoltatore.  “Hostility Against Mankind” risulta invece piuttosto lenta, ma il growl di Barnes scongiura fortunatamente l’emergere di qualche venatura Nu Metal che pervade il brano. Degna di nota è la conclusiva “Hair Of The Dog”, dei seminali Nazareth con cui i Six Feet Under c’entrano poco. Ne è uscita una versione abbastanza fedele, ma ovviamente con la differenza della voce di Barnes rispetto al cantante dei Nazareth, dotato di una ugola assimilabile a quella di Brian Johnson. Poi sentire suonare il campanaccio nel death metal fa davvero strano. Insomma, questo nuovo disco è il ritorno gradito di una band dotata di un muro sonoro compatto e devastante, meno ordinario rispetto ai loro parenti stretti Cannibal Corpse, anche se anche qui, dopo diversi anni, qualche segno di stanchezza si sente.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ghsez

GLENN HUGHES
Alcatraz - Milano

Un giorno potrò raccontare “io c’ero”. La sera del 22 maggio del 2024 è stato un evento memorabile. I fortunati presenti hanno potuto godere di una performance entusiasmante da parte dell’ex voce dei Deep Purple, senza tralasciar...

Jun 1 2024

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web