You are here: /

SPIRAL 69: Ghosts In My Eyes

data

09/07/2013
77


Genere: Electro New Wave
Etichetta: Helikonia
Distro:
Anno: 2013

Le prime avvisaglie di un progressivo avvicinamento del loro sound a quello dei Nine Inch Nails ("Dirty" è al limite del plagio) si era avuto con il precedente 'No Paint On The Wall' (il songwriting ed il cantato sofferto restano quello tipici del precedente disco, prestate orecchio a "New Life" ed a "Please" con il suo ritornello: I don't want to tear you apart, I am slowly dying inside); i prodromi di questa mutazione iniziarono a manifestarsi con più evidenza nel live al Giardino Degli Aranci (Roma) dell'estate del 2012 dove il set fu quasi interamente stravolto rispetto al disco del 2011, ed incanalato verso le sonorità del dio Trent Reznor. Song laceranti, decadenti e suadenti, tastiere gothiche nella siderale "Waves", suite di piano e violino accompagnano una voce al limite del pianto nella magnifica e struggente "Ghost In My Eyes"; un maggiore uso degli archi, attitudine che li avvicina alle ultime cose dei Spiritual Front, non per niente Riccardo Sabetti, voce, ha prodotto il singolo "Fake Love" (qui riproposto e punta di diamante del disco), con Simone Salvatori (SP), nonchè le due formazioni condividono il batterista Andrea Freda. Le divagazioni new wave/romantic consentono una diversa chiave di lettura e una maggior apertura del sound altrimenti tendente al declino come in "New Life". L'album è stato registrato lungo tutto il 2012 tra Roma, Napoli, Londra e Bath (UK), con la produzione artistica di Steven Hewitt (batterista storico e co-autore dei Placebo) e Paul Corkett (sound engineer per The Cure, Nick Cave, Bjork, Radiohead, Placebo): infatti non vi è nulla da eccepire se non qualche fantasma (quello del titolo) che si porta dietro.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Festivalsez

DARK HORIZON OPEN AIR II
Museumpark Rudersdorf - Rudersdorf bei Berlin, Brandeburgo

A meno di due mesi dalla prima edizione gli organizzatori del Dark Horizon Open Air decidono di bissare l'evento. Inizialmente addirittura previsto per agosto, è stato poi posticipato per l'indisponibilità del luogo della prima edizione, in proc...

Oct 7 2020