You are here: /

THE STEEL: The Evolution Of Love

data

24/04/2017
80


Genere: Hard Rock
Etichetta: Perris Records
Distro:
Anno: 2016

‘The Evolution Of Love’ segna il “ritorno” sulle scene dei The Steel (ex Wizard). Ebbene si, i Wizard di Napoli dopo più di venti anni tra cambi di line-up, reunion e compagnia bella, hanno deciso di cambiare nome in The Steel su consiglio della loro nuova etichetta discografica: Perris Records. ‘The Evolution Of Love’ decreta quindi la nuova era per il trio napoletano capitanato da Tiziano Favero e Rino Musella, con l’aggiunta del giovane Marco Perrone alla chitarra che non solo è il valore aggiunto a questa band, ma da’ anche quel sound più “fresco” e orecchiabile all’intero lavoro. Ad aprire le danze è "W3/79”; un instrumental che funge da antipasto a quello che stiamo per ascoltare: un full-lenght hard rock con un sound progressive, segue "You got the Feeling”, chitarre rock senza mai cadere nel banale o nell’ordinario accompagnano la voce di Favero; probabilmente il pezzo più orecchiabile e “da radio” dell’intero album. Il primo singolo estratto è “The Walking Dead”, dove a primeggiare è l’heavy metal, quel genere che non invecchia mai, ma che bisogna saperlo anche fare; e i The Steel sanno decisamente il fatto loro. Il cambio di sound che da tregua all’ascoltatore è ‘Take Me Away”, definirla ballad è un parolone, perchè l’anima hard rock si avverte benissimo anche qui. Si torna a rockeggiare con “Mainline” che cede il posto al pezzo probabilmente più malinconico, quello che si mette a ripetizione durante un lungo viaggio in auto: "Loneliness", dimostrazione che i The Steel riescono a spaziare in tutte le sfumature di un genere così ampio come il rock. Si termina con lo stesso sound iniziale; rock a gogo e cantato ruvido e pezzi dai ritornelli orecchiabili, prettamente stile anni ’80 (“The Evolution Of Love” e “Lucy Is Coming”). Questo ritorno tanto atteso pur se col nome diverso non ha deluso le aspettative, ‘The Evolution Of Love’ è la dimostrazione plausibile che il rock per certe persone è duro a morire. Volevamo concludere questa recensione con un considerazione: la storia di qualsiasi band che si rispetti è fatta di cambiamenti, qualcuno molla la presa, altri ancora tornano sui propri passi, adattarsi ad un mondo in continua evoluzione non è da tutti, ma non è questo il caso. Questi ragazzi hanno anni e anni di carriera alle spalle, e questo album segna un ritorno col botto. Diamo l’addio dunque ai Wizard e iniziate a segnarvi questo nuovo nome: The Steel.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Appunti01

HYPOCRISY – SEPTICFLESH
Orion - Ciampino (Roma)

Primo grande evento della stagione concertistica autunnale della capitale e quale migliore occasione per assistere al set di due band che, in maniera diversa, hanno fatto la storia del genere estremo. "Apertura delle danze" riservata ai finlandesi Horizon I...

Nov 22 2022

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web