You are here: /

TRISTANIA: ASHES

data

03/02/2005
70


Genere: Gothic
Etichetta: SPV
Anno: 2005

Dopo il controverso "Words Of Glass" (il disco del dopo-Veland) ci sono voluti quasi quattro lunghi anni per trovare i Tristania di nuovo nei negozi. Nel frattempo la band si è rifatta il trucco e così, al fianco della fondamentale Vibeke Steene (sempre più ammaliante e dolce), entrano a far parte della band ben due voci maschili, la prima in growl (Kjetil Ingebrethsen) per graffiare nelle parti più estreme e la seconda pulita (Osten Bergoy) per assecondare le parti più mistiche ed accompagnare la soave presenza femminile. Questa scelta, purtroppo, non risolve i problemi sorti dopo la dipartita del gigante Morten, che si sta realizzando nella sua nuova creatura (Sirenia); se il primo singer non è proprio incisivo come dovrebbe, il secondo è assolutamente inespressivo e davvero poco coinvolgente. Premesso ciò, questo "Ashes" non è assolutamente un disco da buttare, anche se credo che ben pochi dei vecchi sostenitori della band possano rimanere soddisfatti. Il sound si è ulteriormente evoluto ed i più importanti elementi che avevano reso famosa la musica dei Tristania sono quasi spariti. I cori ad esempio, sono totalmente scomparsi e le grandi orchestrazioni, che avevano tanto entusiasmato nei primi due (stupendi) album, fanno da sottofondo alle composizioni lasciando molto più spazio a melodie sognanti e leggere favorite dalla presenza di chitarre acustiche a supportare le canzoni che, rispetto al passato, risultano decisamente più tranquille abbandonando per buona parte le influenze death. Persa dunque l'aggressività e la carica di un tempo, elementi riscontrabili solo in pochi episodi del platter come "Libre" e "Circus", la band norvegese ha scelto dunque di indirizzare la propria produzione verso momenti più mistici e desolati come quelli evocati da pezzi come "Equilibrium" (a mio avviso il più riuscito dell'album) e "Cure". Che dire, forse nuovi lavori come "Widow's Weeds" e "Beyond The Veil" non vedranno mai la luce, ma non è detto che, nonostante le carenze che ho evidenziato per quanto riguarda le voci maschili, i Tristania non siano più in grado di emozionare, in fondo la classe di cui sono dotati non è certo in discussione.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Evergrey2

EVERGREY
KB (Kulturbolaget) - Malmö (Svezia)

È pur vero che questa è l'ennesima visita degli Evergrey in città il 28 febbraio scorso (l'ultima risale a meno di un anno fa), ma non esistono scuse per perdersi una data di questo calibro. Si spera sempre che una band di qualità ...

Mar 30 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web