You are here: /

DIABOLOS DUST: RUINS OF MANKIND

data

23/12/2011
62


Genere: Thrash Metal
Etichetta: Massacre Records
Distro:
Anno: 2011

Tornano all'assalto i tedeschi Diabolos Dust, uno di quei gruppi che sono in grado di dividere abbastanza il pubblico più variegato visto che la band si propone come ponte tra metal più tradizionale e metal più moderno, e lo fa con un atteggiamento 'macho' che potrebbe effettivamente far alzare più di un sopracciglio. Ad ogni modo, in undici brani il gruppo teutonico dimostra come unire passato e futuro sia assolutamente possibile, e nella mistura sonora dei nostri convivono tranquillamente Pantera, Metallica, Iced Earth e hardcore; riff spigolosi, ma comunque non scevri da melodia, cavalcate intense, una performance vocale irriverente e cruda senza mai risultare troppo estrema o sgraziata, e puntate di velocità che rendono ancor più dinamici pezzi davvero riusciti come "Fading To Grey". E' anche vero che la band è probabilmente destinata a rimanere nel limbo dell'underground, vista non solo la proposta particolare (oddio, nemmeno troppo) e poco appetibile, ma anche la qualità sonora un po' troppo old school che nel 2011 risulta quasi inaccettabile. Peccato, perchè che con un po' di spinta in più e dei suoni all'altezza i Diabolos Dust di strada riuscirebbero a farla.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Samael

SAMAEL
ORWOHaus - Berlino

Con un anno di ritardo causa pandemia, i Samael sono in tour per tributare il giusto riconoscimento al loro album spartiacque, quel 'Passage' che, principalmente attraverso la scelta di sostituire la convenzionale batteria di Xytras con un ibrido tastiere/per...

Oct 5 2022