You are here: /

GINGER TREES: ALONG WITH THE TIDE

data

01/03/2011
78


Genere: Prog Rock
Etichetta: Transubstans Records
Distro: Record Heaven
Anno: 2011

Dalla Svezia ci giunge il secondo lavoro dei Ginger Trees initolato 'Along With The Tide'. Il disco di questo terzetto, presentato da una copertina molto minimalista ed introspettiva, è composto da nove tracce molto particolari e d'atmosfera. Tutto il disco scivola su un tessuto armonico progressive di matrice anni '70 con tantissimi intrecci rock/blues al suo interno. La stupenda e calda voce del chitarrista Rasmus rapisce l'ascoltatore già da "Forever This Longing", e così farà per tutto il disco riportandoci indietro nel tempo a quel modo di cantare di una quarantina di anni fa. Brano dopo brano sembra effettivamente di ascoltare un disco ripescato magari dall'archivio di nostro padre (specie per quelli come me che sono sulla trentina), e chi ama questi salti nel passato non potrà che rimanere ammaliato da questo lavoro. Quindi se il rock anni '70 è il vostro pane quotidiano e gli inserti progressive di allora sono il vostro modo di concepire questo genere, qui troverete tutte queste caratteristiche a profusione. Ogni brano reca con se una carica di pathos e attrazione incredibile e pezzi come "Ghost Of Another Age", "Poseidon" e "Kurukshetra" sono destinati ad entrarvi dentro per uscirne solo dopo molto tempo, lasciando la speranza che il disco continui all'infinito. Purtroppo non è così, e quindi non ci resta che mettere il repeat nello stereo e continuare ad ascoltarlo dall'inizio alla fine per poter godere appieno di qualcosa che ultimamente è difficile trovare nelle band prog moderne.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Shoresnull

SHORES OF NULL
Traffic - Roma

‌In tempi di covid ritrovarsi ad un concerto metal in un club pieno per i 4/5 della capienza è una straripante vittoria. Il merito è tutto delle due band romane che hanno condiviso il palco (chiedo venia agli Inno che non troveranno copertura in qu...

Dec 28 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web