You are here: /

METALLICA: LOAD

data

28/01/2007
50


Genere: Rock/Metal
Etichetta: Polygram
Anno: 1996

Sono trascorsi ben cinque anni da quando quel disco tutto nero ha trasformato una delle più grandi thrash metal band in una nuova creatura musicale che, con grande spirito commerciale, si è gettata alle spalle dieci anni di carriera, affrontando una nuova vita in vesti più smaltate ed eleganti. La conferma del deciso cambio di rotta intrapreso dal quartetto di Los Angeles è questo “Load”, un lavoro lungo e assai pesante da digerire, composto da quattordici brani che spaziano da un hard rock piuttosto impacciato ad un metal scialbo e inoffensivo. Il passo indietro dei Metallica era già palese col black album, ma lì almeno il fascino delle due ballad riusciva con merito ad offuscare i pezzi più sbiaditi. In “Load” invece manca anche un solo brano capace di salvare la baracca: qualche spunto interessante lo troviamo in “Until It Sleeps” (composizione quantomeno decente), ma è veramente troppo poco, e i restanti settanta minuti scorrono tra sbadigli (e insulti), frutto di composizioni mediocri e incolori. “Ain’t My Bitch”, “Cure”, “Thorn Within” sono tutti brani da dimenticare in fretta, per non parlare poi di “Mama Said”, una sorta di country ballad dal risultato imbarazzante, perfetta testimonianza del livello di squilibrio mentale raggiunto da Hetfield e Co. Decisamente il peggior album dei Metallica, almeno fino alla pubblicazione del seguente “Reload”, con cui gli ex four horsemen decidono di bissare l’insuccesso del presente lavoro, confermandosi come una delle (ex) metal band più odiate della scena.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Shoresnull

SHORES OF NULL
Traffic - Roma

‌In tempi di covid ritrovarsi ad un concerto metal in un club pieno per i 4/5 della capienza è una straripante vittoria. Il merito è tutto delle due band romane che hanno condiviso il palco (chiedo venia agli Inno che non troveranno copertura in qu...

Dec 28 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web