You are here: /

STARBREAKER: Dysphoria

data

21/02/2019
79


Genere: Hard Rock, Melodic Metal
Etichetta: Frontiers Records
Distro:
Anno: 2019

L'inizio del 2019 è contrassegnato, tra le altre cose, dal ritorno sulle scene di una coppia di esponenti tra i più significativi appartenenti alla scena hard & heavy nel senso più classico; stiamo parlando degli Starbreaker, progetto partorito dalla mente dell'ex vocalist dei TNT Tony Harnell in unione con il polistrumentista Magnus Karlsson (Primal Fear oltre che illustre session man) dopo oltre dieci anni dall'uscita del controverso 'Love's Dying Wish' che ha spezzato in due i consensi della critica e non solo. Grazie anche alla presenza del nostro Simone Mularoni alla consolle (oramai vero e proprio uomo 'Frontiers') in 'Dysphoria' vengono recuperate le sonorità che avevano fatto la fortuna del debut omonimo, ossia un accostamento tra cristalline melodie con un mood talvolta darkeggiante e un sound maschio, potente che le esalta ai massimi livelli. "Pure Evil" è quanto di più significativo: riff che sono vere e proprie rasoiate, melodie in primo piano ricche di eleganza con la squarciante ugola di Tony in gran spolvero, così come nella cadenzata e ipnotica "Wild Butterflies" esaltata dal tocco di classe dei suoi vocalizzi, in particolare nel suggestivo chorus. L'anima melodica emerge con prepotenza nella “My Heart Belongs To You”, sicuramente fra i momenti più emozionanti con un solo di Karlsson veramente toccante e lo stesso dicasi per "How Many More Goodbyes", dal taglio moderno ma che avrebbe fatto strage di ascoltatori negli eighties, mentre nelle strutturate e compatte “Last December” e “Bright Star Blind Me” gli Starbreaker tornano a fare la voce grossa, mantenendo comunque il loro sound sempre piuttosto assimilabile e ricco di fascino, a cui contribuisce anche un ottimo lavoro della sezione ritmica con il nuovo drummer Anders Köllerfors chiamato nell'arduo compito di rimpiazzare un mostro come John Macaluso.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Aromysez

ARMORY
Plan B - Malmö

Con le restrizioni causa Covid-19 che si inaspriscono (niente alcool dopo le 22 e numero massimo di partecipanti ridotto all'indomani dell'evento da 50 a 8), questo in esame potrebbe essere stato l'ultimo appuntamento del genere per chissà quanto t...

Nov 26 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web