You are here: /

OBSCURA: COSMOGENESIS

data

26/02/2009
80


Genere: Technical/Progressive Death
Etichetta: Relapse
Distro: Masterpiece
Anno: 2009

Questa band sarà nuova, ma i componenti non hanno certamente bisogno di presentazioni: negli Obscura troviamo nientepocodimeno che Christian Muenzner e Hannes Grossmann (ex Necrophagist) e il virtuoso del basso Jeroen Paul Thesseling, che per capirci è quello che ha suonato in 'Spheres' dei Pestilence. Pertanto, il sound del quartetto tedesco è, e non poteva essere altrimenti, un Death tecnicissimo e pieno di velleità progressive. Gli immancabili riferimenti ai mostri sacri del genere li troviamo fin dall'inizio, ed è impossibile non pensare ai vari Death, Cynic e agli stessi Necrophagist durante l'ascolto. Quindi, grazie alla pulitissima produzione e all'immensa perizia tecnica dei nostri siamo subito catapultati in un labirinto di tempi dimezzati e irregolari, dove i riff sono quanto di più complesso ci sia, dove basso e batteria viaggiano su orbite distanti anni luce senza che una singola battuta sia fuori posto. E le chitarre, complicate, melodiche ed efficaci contemporaneamente. Ma è il basso di Thesseling a provocare più orgasmi nell'ascoltatore, con le sue linee complicatissime e incredibili, i soli, le dissonanze ("Incarnated"). E ogni tanto sentiamo anche qualche innesto di voce pulita insieme a effetti a là Cynic, come in "Choir Of Spirits" e nella title track. Ma a mio avviso il capolavoro è la strumentale "Orbital Elements", con le sublimi geometrie metriche degli arpeggi, le dissonanze vagamente meshugghiane e gli improvvisi cambi di tempo e il geniale assolo di basso. Comunque, non pensiate che qui si parli di sola tecnica e pulizia: ce n'è anche per gli appassionati della violenza e della brutalità, che saranno pienamente appagati. Insomma, questo è tutto un album da gustare per gli amanti dell'estremo e della tecnica, anche se ha il(trascurabile?) difetto di non dire nulla più di quanto non abbiano già detto in passato Theory In Practice, Martyr o Neglected Fields. Quindi consigliatissimo ai cultori del genere e suggerito, diciamola così, a tutti gli altri.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web