You are here: /

pestilence: resurrection macabre

data

13/01/2010
84


Genere: death
Etichetta: Mascot Records
Distro:
Anno: 2009

Un'altra bella reunion con un album che farà discutere, questa volta tocca agli olandesi Pestilence, che avevamo lasciato nel '93 impantanati con 'Spheres' fra speculazioni filosofiche, prog/jazz e synth. Poi lo scioglimento e ognuno per la sua strada. Dopo 15 anni Patrick Mameli riforma il gruppo, ma sorpresa sorpresina non la vecchia line-up, ma con Tony Choy al basso, (sebbene l'abbia sempre visto meglio come gregario di lusso) e Peter Wildoer alla batteria (vi ricordate i Darkane?). Quindi? Quindi Resurrection Macabre suona completamente differente da qualsiasi altra cosa i Pestilence ci abbiano proposto in passato: né paleoliticamente legato al DM anni '80 come i primi lavori, né rivolto all'infinito come 'Spheres'. Registrato da un altro nome grosso come Jacob Hansen in Danimarca, l'album è uno schiacciasassi, a patto che non si cominci a fare i soliti paragoni da sapientoni del metal: questo è death metal europeo rude e feroce. Vi piace? Si, allora ascoltatelo. Non vi piace, volevate altro? Amen. Personalmente non condivido le critiche mosse dai (soliti) eruditi italiani del Metal (lol): fra tutte le varie reunion che ci sono state, i Pestilence sono stati uno dei pochi gruppi che hanno proposto qualcosa di spiazzante, e al netto dei gusti personali, oggettivamente più che buono. Si perché effettivamente le undici canzoni vanno che è una meraviglia, forse magari un po' di attenzione in più al songwriting avrebbe portato ad un album più maturo, ma siamo qui a parlare di quello che è, non di quello che avrebbe potuto essere.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Festivalsez

DARK HORIZON OPEN AIR II
Museumpark Rudersdorf - Rudersdorf bei Berlin, Brandeburgo

A meno di due mesi dalla prima edizione gli organizzatori del Dark Horizon Open Air decidono di bissare l'evento. Inizialmente addirittura previsto per agosto, è stato poi posticipato per l'indisponibilità del luogo della prima edizione, in proc...

Oct 7 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web