You are here: /

SKW: ALTER EGO

data

10/03/2005
50


Genere: Crossover
Etichetta: Vacation House Records
Anno: 2004

Chi se li ricorda gli SKW? Attivi con dedizione dall’89, ebbero il loro periodo d’oro fra il 1999 ed il 2000, fra il debut album e il secondo lavoro “Connection”, dove apparvero in un tributo ai Metallica e suonarono insieme a Jason Newsted ad un party di celebrazione per l’uscita di “S&M” dei quattro cavalieri. “Alter Ego” è il terzo disco sulla lunga distanza dei quattro milanesi e secondo la bio che lo accompagna dovrebbe sancire la ‘maturità compositiva’ ormai raggiunta dalla band; in verità, credo che questo lavoro sia piuttosto fiacco e poco incisivo, ma andiamo a vedere perché. L’opener “Monday D.C.” sembra uscire direttamente da un disco, pescate a caso, uscito quattro o cinque anni fa, quando il nu metal/crossover andava tanto in voga, e non sto parlando di nomi grossi e/o comunque validi quali potrebbero essere Korn, Amen, Adema, ma di una qualsiasi fotocopia sbiadita degli stessi. L’intro elettronica lascia presagire bene, ma appena il basilare e ultra abusato riff di chitarra ribassata fa capolino, la predisposizione all’ascolto ne viene già minata. E purtroppo non è un caso isolato; i sussulti veri e propri nel disco affogano nel miasma di banalità e di poca freschezza continuamente perpetrata dalla band, che le capacità tecniche pure le avrebbe. Si salvano a malapena un paio di brani (ad esempio “128”, che però ospita Tommy Massare degli Extrema, o “This Time”, nella quale il vocalist Marco duetta con una bella voce femminile), mentre il resto è, ahimè, un fiasco quasi totale. Ed è un vero peccato perché come ho detto, la band ha dalla sua esperienza e capacità tecniche, inficiate da idee alla rinfusa e canzoni davvero non sufficienti. “Alter Ego” probabilmente non sarebbe stato giudicato bene qualche anno fa, in pieno trend nu crossover; purtroppo non ci sono ripescaggi; peccato, speriamo che la prossima sia la volta buona.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Appunti01

HYPOCRISY – SEPTICFLESH
Orion - Ciampino (Roma)

Primo grande evento della stagione concertistica autunnale della capitale e quale migliore occasione per assistere al set di due band che, in maniera diversa, hanno fatto la storia del genere estremo. "Apertura delle danze" riservata ai finlandesi Horizon I...

Nov 22 2022

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web