You are here: /

THE SPIRIT LIVES ON: THE MUSIC OF JIMI HENDRIX REVISITED - Volume II

data

09/11/2004
SV


Genere: Rock
Etichetta: Lion Music
Anno: 2004

La Lion Music ci sforna un tributo a Jimi Hendrix. Quanti ne abbiamo visti? Credo decine, e ben pochi erano validi. Perchè Hendrix era Hendrix: un uomo che ha sconvolto, a modo suo, il mondo della musica. Un chitarrista geniale, un cantante discutibile che è riuscito a sembrare più che valido, ma soprattutto un uomo del suo tempo. E il suo tempo c'è già stato. Non sto dicendo che si dovrebbe cestinare Hendrix, non sono ancora impazzito del tutto. Solo mi chiedo: nel 2004, che senso ha che una casa si metta a chiamare un po' di artisti per dirgli "facciamo un bel tributo a Jimi"?. Temo ben poco. Ed in effetti, pur trattandosi di musicisti di prim'ordine, il risultato non è poi questo granchè. Qualcuno dirà: "prevedibile". E non a torto. Mettetevi nei panni di chi organizza un cd del genere: innanzitutto vi chiederete se tentare un tributo nel senso delle cover a fotocopia o piuttosto tentare con le riletture, dopodichè avrete il problema della tracklist: i pezzi immortali o quelli che non sono ancora finiti anche nelle pubblicità dei biscotti, e che FORSE qualcuno ancora non conosce? La riposta alla prima domanda, in questo caso, è stata "rielaboriamo, ma non troppo": in fondo, i gruppi che tentano di replicare Hendrix a fotocopia li si trova ogni 4-5 giorni nei locali, mentre quelli che lo rivisitano sono alla Festa de L'Unità lì a fianco. Quindi, cerchiamo la via di mezzo. La risposta alla seconda è: via di mezzo anche qui. Solo brani stranoti? Confronto troppo diretto, e "non si può battere un morto" (chi mi azzecca da dove viene questa citazione? N.d.r.) Solo brani sconosciuti? E chi lo compra? Certo, gli artisti chiamati a rendere omaggio al grande Jimi sono validissimi: non stiamo parlando di un gruppetto di quindicenni che cerca di suonare al di sopra delle proprie potenzialità. A livello tecnico non c'è proprio nulla da lamentarsi. Il risultato è ben più che orecchiabile, anzi, è fin troppo piacevole, fin troppo perfetto: come si diceva, Hendrix è stato Hendrix, nel suo tempo, con le sue caratteristiche, con le sue strumentazioni ed imperfezioni che, in qualche modo, ne hanno impreziosito le sonorità.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web