You are here: /

URKRAFT: THE INHUMAN ABERRATION

data

31/10/2006
55


Genere: Thrash/Death Metal
Etichetta: Earache
Anno: 2006

Anni fa la Earache annoverava nella propria scuderia purosangue come Entombed, Carcass e Napalm Death; al giorno d’oggi invece, sebbene qualche nome di un certo spessore sia sopravvissuto, la storica label prova a puntare su nuove realtà, non ultimi i danesi Urkraft. So che molti di voi staranno già pensando alle sottilette, ma l’assonanza col noto prodotto alimentare è mendace: “forza primitiva” è la corretta traduzione del nome impresso sulla copertina di questo “The Inhuman Aberrration”. E pare che l’idea del quintetto scandinavo sia proprio quella di sprigionare attraverso la musica un concentrato di potenza ed energia… purtroppo il thrash metal degli Urkraft risulta fin troppo stereotipato e povero di vitalità per centrare lo scopo. Non un lavoro da additare ridendo, sia chiaro, ma un normalissimo platter senza spunti realmente degni di nota, che in definitiva lascia il tempo che trova. È un thrash moderno, con qualche sfumatura death tipica della scuola nordeuropea e sottili accenni thrashcore, che però fatica ad arrivare alla sufficienza più stiracchiata, rivelandosi un prodotto privo di originalità. E che fastidio poi quelle continue tastiere in sottofondo! Peccato, perché dal punto di vista tecnico la band non mostra particolari lacune, a cominciare da una sezione ritmica molto preparata. Ciò che manca agli Urkraft, oggi come oggi, è la capacità di esprimere il proprio potenziale in modo più personale; magari il tempo darà loro una mano... Consigliato comunque un ascolto, in particolare dei brani “Come No Tomorrow” e “The Pressure Of Our Jaws”.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Idles 2022sez

IDLES
Rock In Roma - Roma

A giudicare dal pubblico accorso - un mix ben assortito di nuove leve, vecchi rockers, darkettoni e di qualche ascella pezzata che non manca mai - che ha riempito quasi completamente il Red Stage del Rock in Roma, facendo sì che fossimo praticamente appiccicat...

Aug 2 2022

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web