You are here: /

707: Voglia di ristampe

707

Un magico triangolo nel nome dell’AOR di classe targato 707. La qualità del remastered è elevatissima, soprattutto per la release omonima e ‘Mega Force’, un super classico per il genere, entrambi ai tempi supportati da buone produzioni ed oggi rivitalizzati con dei suoni magnifici dalla Rock Candy. I 707 sono stati l’espressione di tre voci con caratteristiche diverse, non particolarmente carismatiche, che ne hanno limitato il potenziale commerciale, almeno fino all’ingresso di Kevin Chalfant. ‘707’ gode di una scrittura buonissima, che spazia tra l’Elton John (quello storico) più scoppiettante ed i primi Foreigner (in formazione a sei elementi) ancorati al suono inglese. Come retaggio degli anni ‘70 il piano ricopre un ruolo importante nell’economia delle canzoni, perfettamente inserito negli spazi tra le tastiere e le chitarre. "I Could Be Good For You" è stata una piccola hit AOR, ma il resto è anche meglio: "Save Me", "You Who Needs To Know", "Slow Down" (echi alla ELO) e "Waste Of Time", che sembra un brano dei Savatage anti-litteram. "One Way Highway" e "Whole Lot Better" rappresentano i due vertici alti del debutto, due ballad pregne di quel fascino sinfonico impartito dai Moody Blues.

‘The Second Album’ gode di un timbro sonoro più marcato alla Foreigner, le ritmiche sono più robuste rispetto al suo predecessore, ma qui manca una voce alla Lou Gramm in grado di aprire i brani; i limiti vocali dei 707 vengono messi a nudo e sono soprattutto le voci soliste a lasciare desiderare. Il reclutamento del talentuoso vocalist Kevin Chalfant (futuro The Storm autori di due album clamorosi, oltre ad una fugace comparsa nei Journey in assenza di Steve Perry), arriva tramite il produttore George Tutko (Rod Stewartd, Lita Ford e Kiss), ed è grazie a questo connubio che i 707 entrano dalla porta principale del Paradiso.

‘Mega Force’ li trascina fino alla 12° posizione di Billboard, ed i 707 vivono il loro miglior periodo artistico, ma di breve durata: la Broadwalk Rec., sorta da una costola della Casablanca Rec. (Kiss ed Angel), paga le conseguenze del crack finanziario dell’etichetta fondata da Neil Bogart. ‘Mega Force’ nasce sotto la stella radiosa dei Journey, non solo per l’evidente timbro vocale di Chalfant simile a quello di Perry, ma il taglio sonoro riconduce a Neal Schon e soci, ovvero lo zenit per le sonorità AOR. Chalfant rappresenta il terminale perfetto per rendere spettacolari la magniloquente title track (prodotta da Keith Olsen ed inserita come nella soundtrack dell’omonimo movie), e la successiva "Can’t Hold Back"’, un duo d’apertura da cardiopalma, come la splendida e notturna (quasi) ballad "Out Of The Dark": tra le meraviglie AOR all time.

Il terzo sigillo è figlio di una scrittura matura, "Hello Girl", "We Will Last", "Heartbeat", oppure la prova di forza di "Hell Or High Water", risplendono ancora oggi grazie al fine lavoro operato dalla Rock Candy in una ristampa imperdibile, arricchita di bonus, che farà la gioia di molti.

VOTO 90

707
01. I Could Be Good For You
02. Let Me Live My Life
03. One Way Highway
04. Save Me
05. You Who Needs To Know
06. Slow Down
07. Feel This Way
08. Waste Of Time
09. Whole Lot Better
 
THE SECOND ALBUM
01. Tonite's Your Nite
02. Millionaire
03. Live With The Girl
04. Strings Around My Heart
05. Pressure Rise
06. Rockin' Is Easy
07. City Life
08. Live Without Her
09. Love On The Run
10. The Party's Over
 
MEGA FORCE
01. Megaforce
02. Can't Hold Back
03. Get To You
04. Out Of The Dark
05. Hell Or High Water
06. We Will Last
07. Hello Girl
08. Write Again
09. No Better Feeling
10. Heartbeat
11. Eagle One bonus track
12. Mega Stomp bonus track
13. Mega Force bonus track
14. The Float bonus track
15. Mega Force live bonus track
 
LINE-UP:
Phil Bryant bass, lead and backing vocals
Jim McClarty drums, percussion
Duke McFadden keyboards, lead and backing vocals
Kevin Russell guitars, lead and backing vocals
David Carr piano
 
Kevin Russel Guitar Lead & Backing Vocals
Tod Howarth Keyboards Rhythm Guitar
Phil Bryant Bass, Backing Vocals
Jim Mcclarty Drums
Kevin Chalfant Lead & Backing Vocals
 
DISCOGRAPHY:
1980 707 (Casablanca)
1981 The Second Album (Casablanca)
1982 Mega Force (Boardwalk)
2000 Trip To Heaven (Bedrock)
2004 The Bridge (Renaissance 2006 re-release)
2005 Greatest Hits Live (Renaissance)
2006 The Fourth Decade (Renaissance)
2006 Magic (Renaissance)

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Brutal ass sez

BRUTAL ASSAULT FESTIVAL 2017
Josefov Fortress - Jaromer (CZ)

Due anni fa il MetalCamp in Slovenia, quest'anno il Brutal Assault, praticamente i due festival più a misura di fan disponibili sul mercato europeo. Troppo grandi e dispersivi i rinomati Hellfest e Wacken, troppo lontani quelli scandinavi, nell'impon...

Sep 18 2017

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web