You are here: /

DIE KRUPPS: Songs From The Dark Side Of Heaven

data

09/07/2021
SV


Genere: Industrial Metal
Etichetta: SPV/Oblivion
Distro: Audioglobe
Anno: 2021

I campioni dell’industrial tedesco tornano a meno di un anno del precedente ‘Vision’ con un album di cover. In piena pandemia, sui social del mastermind Jürgen Engler era comparsa la cover “Chinese Black” dei Then Neon Judgement, col featuring di Jyrky 69 dei 69 Eyes, presente anche in questo ‘Songs From the Dark Side of the Heaven’. Non si trattava semplicemente di un “omaggio” al virus che ha tenuto in ostaggio il mondo e da cui tutt’ora non siamo liberi. L’album è un omaggio agli anni 80, all’elettronica e alla new wave con cui i Krupps sono cresciuti, ma non solo. Si parte con “The Number One Song in Heaven” degli Sparks, successone scritto dal genio nostrano Giorgio Moroder per gli Sparks. Non il pezzo più riuscito, ma di sicuro una buona partenza. Tra i momenti miglior sicuramente la citata “Chinese Black”, “Marylin Dreams” dei B Movie, “Collapsing New People” dei grandi Fad Gadget, un capolavoro electro che sembrava scritto apposta per i Krupps e sicuramente “To Hell with Poverty!” dei Gang of Four, col featuring di Big Paul Ferguson dei Killing Joke, anche qui resa molto bene nelle atmosfere e in generale nelle scelte strumentali. Funzionano meno i pezzi più “rock”, anche se la “Don’t Fear the Reaper”, che vede la partecipazione del grandissimo James Williamson (Stooges), si lascia comunque ascoltare. Nel complesso si tratta di un gran lavoro, un sentito e sincero omaggio a una bellissima fetta della musica anni 80, che consiglierei anche nell’ottica di (ri)scoperta di alcune perle di cui magari era sfuggito o ci si ricordava poco, e soprattutto non si tratta di quei quattro pezzi in croce che passano alle serate revival (Culture Club/Depeche Mode/A-Ah/Rick Astley). Un atto d’amore agli anni 80 da ricordare o riscoprire.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Mdslide

METAL DAYS - WEEKEND OF SOLACE
- Tolmin

Il festival Metal Days era stato cancellato, ma gli organizzatori, con minimo preavviso, visto l'opportunità di organizzare qualcosa di simile e forti di 2000 potenziali adesioni richieste via web entro una certa data per portare avanti il processo organiz...

Sep 23 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web