You are here: /

BLEED IN VAIN: SAY EVERYTHING WILL BE FINE

data

26/09/2006
81


Genere: Metalcore
Etichetta: Unicorn Digital
Anno: 2006

Secondo album per gli italiani Bleed In Vain (fino a qualche anno fa noti con il monicker This Illusion) dopo “One Day Left” del 2004. In due anni i passi avanti registrati dalla band sono stati notevoli; una nuova etichetta, un album che può godere di una produzione a dir poco prestigiosa con basso e chitarre incise presso i Fredman Studios ed una leggera sterzata stilistica che ha portato i nostri su lidi più ‘core’ e meno svedesi rispetto al passato. Il mix attuale che ci propongono i Bleed In Vain è ben bilanciato infatti tra i suoni più moderni che tanta fortuna stanno portando alle band oltreoceano e la tradizione melodic death scandinava, con non pochi richiami agli ultimi In Flames (evidentissimi in pezzi come “End In Hand” o “Your White Deserves Some Red”), dove a passaggi decisamente tirati ed aggressivi si alternano ritornelli estremamente melodici e catchy, roba che vi ritroverete a cantare dopo un solo ascolto, irresistibili a tal proposito “Bullet Proof”, “The Things You Own, Own You” per la quale è stato girato un video e “Another Way To Lose Yourself”. A troneggiare nel corso dell’ascolto del platter sono senza dubbio i due axeman ed il vocalist Ukka, superlativo sia nello screaming che per quanto riguarda le clean vocals, che mi hanno ricordato il buon Chad dei Mudvayne. Intendiamoci, i Bleed In Vain non ci propongono nulla di estremamente originale (quello che sentirete in “Say Everything Will Be Fine” è già stato percorso con successo da decine di band, soprattutto negli ultimi due anni), ma vi sfido a trovare qui in Italia una band underground che suoni altrettanto fresca e professionale. Un manipolo di brani davvero convincenti, moderni ed ispirati che terrano i Bleed In Vain incollati al vostro stereo per un bel po’ di tempo.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web