You are here: /

GARY HUGHES: Decades

data

09/03/2021
72


Genere: Melodic Rock
Etichetta: Frontiers Music
Distro:
Anno: 2021

Doppia compilation per la Frontiers Music che, con ‘Decades’ di Gary Hughes, vuole ripercorrere la carriera solista del leader dei Ten (1989-2007, otto album) per riscoprirlo in una delle sue vesti: quella più melodica. E’ una sorta di apripista, per ricordare determinate sonorità del suo background, musicalmente più vicine alla contestuale uscita dell’album di inediti intitolato ‘Waterside’. Oggetto della ridefinizione dei suoni sono state alcune tracce dei seguenti album: 3° – ‘Gary Hughes’ (1992), 4° – ‘Precious Ones’ (1998), 5°- 6° - ‘Once And Future King Part I e II’ (2003), 7° - ‘Veritas’ (2007) e 8° ‘In Your Eyes’, uscito solo in Giappone in EP nel 1998.

CD 1 - "In Your Eyes" (Precious Ones – 1998) è forse la canzone più calda e passionale della raccolta. Brillante il suono della batteria. Morbida la sua voce. Un eco timido di ‘Long Way From Love’ di Mark Free che si alterna ad un tono di voce più sciolto da Coverdale anni ’80. "Dragon Island Cathedral" (‘Once And Future King Part I’ del 2003) ha un minuto e mezzo di introduzione tra batteria esplosiva, riff cavalcante e sgommata di tastiera. E’ più fluida e di impatto, in questa riedizione contemporanea, caratterizzata da un’epicità, rivitalizzata dall’atmosfera travolgente dei grandi progetti musicali rock opera. Grande Gary in questa traccia: mette a segno un bel punteggio, con una piccola squadra di soli cinque artisti è molto incisiva! Re Artù è tornato. "This Thing Of Beauty" (‘Gary Hughes’ del 1992) è segnata da un parlato AOR, aromatizzato da cori e reso più piccante dal cadenzato del basso. I suoni sono più aperti rispetto alla versione originale e rendono più fresca la traccia, sempre molto radiofonica. "We Walk With Angels" (‘Gary Hughes’ ) è quasi insopportabile per la sua morbidezza, che per portuna viene messa in secondo piano dagli arpeggi di chitarra (sembra quasi di avere un grillo parlante nelle orecchie!). Combinazioni plastiche di suoni: un’esperienza nuova per me queste sonorità altamente mielose in questa riedizione. Un remix volto a plasmare forzatamente la melodia: è l’avvento del marchio British Melodic Rock, un tempo liturgico che precede il nuovo progetto ‘Waterside. "Heart A Woman" (‘Precious Ones’ del 1998) è un freddo blues, a basso contenuto di malinconia e dal bassissimo tasso viscerale. A mio giudizio un vecchio blues dovrebbe essere profondamente radicato, sentito e manifestato! Qui purtroppo la rimasterizzazione manipolizza ed enfatizza le debolezze di questa canzone.

CD 2 - "Divided We Fall" (Precious Ones – 1998) fa rivivere la libertà della chitarra di Vinny Burns. "Lies" (‘Once And Future King Part I’) è geniale: una corposa melodia corale. Ha quel sapore di storico, di racconto, che ci riporta in un tempo lontanissimo, fra le agonie mentali di Artù. La musica può rappresentare con note i segni del tempo, raccontare di leggende, delle debolezze di personaggi audaci e delle loro forti passioni. "The Miracle Is You", prodotta nel 1998 solamente in Giappone in EP, è un concentrato di suoni volti ad esplodere. Tempesta naturale, cascata di tastiere, brillantezza di chitarra e batteria per introdurre un cantato delicato di Hughes, dalle sembianze quasi femminili. ‘This Time’ (‘Precious One’), sembra uno sciogli lingue Bon Joviano. Sorprendente l’effetto rimasterizzato degli istanti di sole voci sul finire della canzone.

E’ una compilation indirizzata ai “fedeli melodici” di Gary. Per i “devoti hard rock” consiglio vivamente, la precedente raccolta, il cofanetto ‘Opera Omnia: The Complete Works’ dei Ten (2019) – pregando di concedersi, in un particolare ascolto, del secondo album ‘The Name Of The Rose’ (1996).

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Mdslide

METAL DAYS - WEEKEND OF SOLACE
- Tolmin

Il festival Metal Days era stato cancellato, ma gli organizzatori, con minimo preavviso, visto l'opportunità di organizzare qualcosa di simile e forti di 2000 potenziali adesioni richieste via web entro una certa data per portare avanti il processo organiz...

Sep 23 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web